Casa24

Mls Replat: collaborazioni tra agenti cresciute del 17% in un anno

  • Abbonati
  • Accedi
professionisti

Mls Replat: collaborazioni tra agenti cresciute del 17% in un anno

Un incremento delle collaborazioni di quasi il 17% in un anno. Con un monte provvigioni, legato alle compravendite concluse attraverso l’interazione tra agenti immobiliari, pari a oltre 71 milioni di euro ed un valore del portafoglio immobili “condiviso” di circa 6,2 miliardi di euro. Sono alcuni dei numeri che fotografano il risultati raggiunti da Mls Replat, la piattaforma di multiple listing service - incentrata sulla condivisione di annunci e incarichi - più utilizzata in Italia.

A mostrare la crescente propensione a collaborare da parte dei professionisti del real estate, allo scopo di tagliare i tempi delle trattative e aumentare i volumi delle compravendite, è il rapporto realizzato dal centro studi Mls Replat Italia, che mette per la prima volta insieme le cifre relative all’utilizzo della piattaforma lanciata pionieristicamente 16 anni fa da Frimm, la quale oggi - secondo il report Reti e Aggregazioni immobiliari 2016 firmato da Oid e Gerardo Paterna (www.gerardopaterna.com) - copre una quota di mercato superiore al 60% degli operatori che si affidano alla “condivisione” per facilitare l'incontro tra domanda e offerta di immobili.

Nel dettaglio, risultano 2.061 le agenzie connesse al sistema per la condivisione (dati aggiornati a novembre), il 15,7% in più rispetto alle 1.781 registrate lo scorso anno (stesso mese). Una cifra che include tutte le strutture, indipendenti o affiliate a un brand del franchising, attive direttamente su Mls Replat (1.058 agenzie) o sulle piattaforme messe a disposizione dalle due principali associazioni di categoria, Mls Fiaip (882) ed Mls Fimaa (121), il cui funzionamento si poggia sempre sul sistema targato Frimm.
In totale, secondo la stima del centro studi, l'impiego della piattaforma Mls di Replat riguarderebbe una quota di mercato di circa l'8,1%, sul totale delle agenzie immobiliari operative nel nostro Paese, con più di 3.500 professionisti coinvolti e la gestione di 27.433 incarichi su immobili.

«La crescita progressiva nell’utilizzo dei sistemi Mls si lega a diversi fattori di cambiamento – spiega Roberto Barbato, presidente di Frimm –. Innanzitutto, alla maggiore padronanza e alla consapevolezza nell’uso degli strumenti digitali da parte dei professionisti. Gradualmente, inoltre, sta aumentando la propensione a collaborare tra gli agenti, sia per le garanzie che gli Mls offrono, in particolare sul fronte della tutela delle informazioni sugli immobili, che per i benefici concreti ad essi connessi: dare un incarico a chi condivide è come rivolgersi a centinaia di agenzie contemporaneamente e consente di ottenere più offerte, vendere prima e a prezzi più alti».

Le collaborazioni tra agenti immobiliari andate a buon fine nel 2016 (fino a novembre), che si sono concluse con la vendita di una casa grazie alla condivisione delle informazioni su Mls Replat, sono state 7.832, con un aumento del 16,9% rispetto a quelle registrate nello stesso periodo 2015. Le compravendite concluse grazie all'interazione tra professionisti hanno portato a realizzare più di 71,1 milioni di euro di provvigioni per le agenzie coinvolte.

Il valore del portafoglio immobili condiviso sulla piattaforma di Frimm supera, ad oggi, i 6,2 miliardi di euro; mentre le case inserite sul sistema Mls, nel complesso, sono state visualizzate più di 6,1 milioni di volte. La regione dove lo scambio di informazioni tra i mediatori immobiliari sembra fare più breccia è il Lazio, in testa con 436 agenzie attive su Mls Replat, seguito da Lombardia (288 strutture connesse), Campania (201), Sicilia (198), Piemonte (178) e Veneto (173).

© Riproduzione riservata