Casa24

Come progettare al meglio una villa monofamiliare con piscina

  • Abbonati
  • Accedi
gopillar

Come progettare al meglio una villa monofamiliare con piscina

La realizzazione di grandi unità abitative unifamiliari, trova difficoltà non solo nella progettazione funzionale degli spazi interni, ma anche nella disposizione ottimale degli spazi esterni, in modo tale da instaurare un solido dialogo tra i due elementi. Trovare soluzioni ideali ed efficienti per ottenere il connubio perfetto è certamente possibile ma complesso; per questo può essere utile rivolgersi ad un servizio di progettazione plurale come GoPillar, che permette a clienti privati di tutto il mondo di ottenere decine di idee e soluzioni progettuali per i propri spazi tra cui scegliere, grazie ad una community internazionale che racchiude migliaia di architetti e designer iscritti al sito.

Un servizio che è stato sicuramente di grande aiuto per una giovane coppia nella realizzazione della propria villa con piscina, dal design semplice, lineare ed elegante.

L'architetto Andrea Pozzatello, il cui progetto è stato selezionato dai committenti come vincitore, ha proposto una soluzione abitativa mono-livello con distribuzione spaziale ad L intorno alla piscina lineare. L’abitazione in tal modo fa da sfondo allo specchio d’acqua della piscina, grazie alla sapiente alternanza vetro-cemento (vuoto-pieno) che da continuità visiva all’intero progetto. L’ingresso è posto ad Est e consente l’accesso sia agli ambienti della zona giorno che della zona notte, collegati da un disimpegno che attraversa la casa. Soggiorno, sala da pranzo e cucina, ciascuno con la propria identità stilistica, si affacciano a Sud-Sud-Ovest verso la corte aperta che ospita la piscina. Il soggiorno a Sud e la sala da pranzo ad Ovest, si aprono verso un patio esterno, utilizzabile in qualsiasi momento della giornata grazie alla pensilina discontinua che scherma i raggi solari. Le camere, infine, si aprono verso Est per accogliere al meglio la luce del mattino.

Arlene Nathania ha proposto di inserire la volumetria abitativa nel centro del lotto di cantiere (45x100 metri), su un unico livello. Anche Arlene ha optato per una forma ad L lineare che si estende lungo l’asse Est-Ovest per sfruttare al meglio l’esposizione solare invernale ed estiva sui lati Nord e Sud. Ad Ovest la copertura aggettante permette di schermare gli spazi interni della zona giorno mentre ad Est si estende un lungo muro cieco che oltre a preservare la privacy dalla villa limitrofa e dalla strada, conferisce un carattere architettonico distintivo all’intero complesso. La piscina ed i camminamenti esterni, posizionati sia a Sud che ad Ovest, permettono di traguardare il meraviglioso paesaggio circostante, dagli scorci suggestivi e caratteristici.

© Riproduzione riservata