Casa24

L’arredo si compra online

  • Abbonati
  • Accedi
abitazione

L’arredo si compra online

(Marka)
(Marka)

Si passa più tempo in casa, cambiano le abitudini, così gli italiani sono sempre più legati all’abitazione e sperano di arredarla con pezzi unici, magari puntando sull’usato.

Secondo la quarta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy, condotto da Doxa per Subito.it, il settore dell’arredamento vale 2,6 miliardi (+164% rispetto al 2017) e ormai rappresenta il 30% del totale delle vendite online di oggetti usati, che sono pari a 9,3 miliardi.

Che si tratti di una cucina dallo stile rustico, un’applique anni 50 o un divano dal design contemporaneo, in tanti acquistano elementi d’arredo spinti dalla possibilità di fare un buon affare sul fronte del prezzo (70% delle risposte) o di trovare pezzi unici ormai non più in commercio (35%).

Nel 2017, sono stati 4,2 milioni gli annunci pubblicati nella categoria Arredamento e Casalinghi di Subito. Tra le regioni più attive troviamo al primo posto la Campania con il 16,8% di annunci, al secondo la Lombardia con il 15,8%, seguite da Veneto (10,7%), Lazio (10,6%) e Piemonte (7,8%). Le parole più ricercate sono “cucine”, “armadi” e “divani”. Tra i profili più attivi, secondo l’indagine, ci sono gli uomini over 45, residenti in prevalenza al Centro-Sud, oppure le donne che vivono nelle città del Nord, under 30 oppure over 45.

Non è la prima volta che la società di sondaggi Doxa si occupa del tema. Secondo l’Osservatorio CasaDoxa è emerso infatti che il 48% degli italiani dichiara di passare in casa più tempo rispetto a dieci anni fa e uno su tre lavora, stabilmente o saltuariamente, fra le mura domestiche. E ormai, soprattutto nella fascia 18-35 anni, uomini e donne contribuiscono in maniera uguale all’organizzazione degli spazi e alla scelta degli arredi, attività una volta prevalentemente femminili.

© Riproduzione riservata