Casa24

Alle Baleari non si ferma la corsa per i prezzi delle residenze di lusso

  • Abbonati
  • Accedi
case in spagna

Alle Baleari non si ferma la corsa per i prezzi delle residenze di lusso

Vicono alla spiaggia di Es Pujol i prezzi delle case oscillano tra i 6mila e gli 11mila euro al metro quadrato
Vicono alla spiaggia di Es Pujol i prezzi delle case oscillano tra i 6mila e gli 11mila euro al metro quadrato

Gli eccessi di Ibiza e Formentera non si limitano alla vita notturna e ai gossip delle star. Anche il mercato immobiliare, a detta degli stessi operatori, è in una fase di assoluta euforia, peraltro inattesa dopo i record del 2017. E a tirare l’exploit è il lusso.

Ibiza in particolare sta vivendo un gioco al rialzo nel settore delle residenze di alta gamma. Uno “chalet” di 22 stanze venduto a 17 milioni di euro, ville di sei camere che si affittano a 60mila euro la settimana e appartamenti che non raggiungono i 200 metri quadrati che si vendono sulla carta a oltre due milioni di euro sono diventati il ritornello di quest’estate 2018.

La zona più richiesta di Ibiza è quella del paesino di Jesùs, che piace per le spettacolari viste sul mare senza essere distante dalla città e dalle zone della movida e che in questi ultimi mesi si contraddistingue per i profili delle gru dei cantieri in costruzione. Ma il lusso conquista spazi anche a Vista Alegre, Cubells, Platges de Comte, Roca Llisa, Sant Vicent, in un tour dell’isola dove sembra che a nessuno interessi fermarsi a riflettere sugli eccessi dei prezzi immobiliari. Chi ha familiarità con le Baleari non può non ricordarsi dell’isolotto di S’Espalmador. Ebbene, è stato venduto quest’anno per 18 milioni di euro.

La stessa cifra che ci vuole per comprare una dimora di mille metri quadrati e di dieci camere a Jesùs, oppure una villa di 22 stanze e 24 bagni, come quella venduta nella cala di Sant Vicent, ovviamente con ogni tipo di optional. Ma ci vuole il doppio per acquistare la famosa Finca Los Olivos a Sant Rafel, oggi ribattezzata Triana: 43 milioni di euro è quanto viene chiesto per questa tenuta di 80 ettari, nonostante risulti che ci siano pendenze con il Municipio per realizzazioni fuori norma.

La zona di Santa Eularia, con lo sviluppo di Ses Torres, è un altro esempio di eccessi. Paralizzata per anni per irregolarità urbanistiche, oggi è un tripudio di case mono e plurifamiliari, ma anche di ville da molti milioni di euro, che i proprietari preferiscono affittare piuttosto che vendere. Come non dare loro ragione, se per esempio Villa Vella, con sei stanze da letto e piscina, in luglio viene affittata una settimana per oltre 56mila euro. La domanda delle residenze di lusso continua però a superare l’offerta, tanto che a Cap Martinet, proprio di fronte a es Pouet, è stata avviata l’urbanizzazione di un’area che comprenderà 54 dimore di pregio, denominata The White Angel Talamanca: le case e appartamenti, che non arrivano ai 200 metri quadrati, sono stati messi sul mercato a partire da 1,85 milioni e sono praticamente quasi tutte vendute.

Formentera segue la sorella maggiore ma con la limitazione di essere molto più piccola e leggermente più scomoda, perché per arrivarvi occorre prendere il traghetto da Ibiza. Quella che è una vera perla del Mediterraneo è anche sottoposta a rigidi controlli normativi: «Dall’agosto 2017, poi, con il chiaro divieto degli affitti turistici negli appartamenti condominiali al di fuori delle zone che saranno individuate entro agosto 2018, se ce ne saranno, e l’arrivo delle prime multe – spiega Carlotta Lancia, dell’ufficio studi di Scenari Immobiliari – è possibile che alcuni appartamenti acquistati per essere messi in affitto per brevi periodi, vengano posti in vendita, creando più mobilità del mercato».

A Formentera si sta però assistendo a un leggero aumento dell’offerta di case in vendita a causa dello scambio generazionale dei primi compratori, principalmente tedeschi, che ora vendono, peraltro a molti italiani, diventati i primi turisti dell’isola. «Se il lusso non sembra avere inibizioni a Ibiza, va però considerato che l’offerta di case e appartamenti in vendita è aumentata del 20%, con oltre 2.400 immobili sul mercato in totale, a partire dalla fine del 2016 – avverte Carlotta Lancia –. Probabilmente nei prossimi mesi si potrà assistere ad un maggior potere di trattativa da parte dell’acquirente rispetto al venditore su quelli che oggi sono i valori al metro quadro più elevati di tutta la Spagna».

© Riproduzione riservata