Casa24

Edilizia 4.0, due giorni di formazione per i professionisti…

  • Abbonati
  • Accedi
professionisti

Edilizia 4.0, due giorni di formazione per i professionisti dell’«off-site»

  • –di

L’edilizia 4.0 punta sull’industrializzazione dei processi: si costruirà sempre più «off-site», lontano dal cantiere, che sarà invece caratterizzato dal montaggio delle parti “prefabbricate”. Un passaggio che è già realtà per le opere più all’avanguardia e per gli studi internazionali di progettazione e architettura, ma che ha bisogno ancora di un lungo percorso di diffusione e formazione per diventare la regola anche in altri tipi di realtà.

Fissare un tassello in questa direzione è l’obiettivo dei due giorni di formazione organizzati a Brescia per il 7 e il 14 novembre da Rebuild, in collaborazione con Wood Beton e con gli ordini professionali di Architetti e Ingegneri.
La prima giornata sarà dedicata a illustrare una serie di best practice e la seconda a un “hackathlon” che permetterà ai professionisti partecipanti – a cui saranno riconosciuti crediti formativi – di “sfidarsi” su un progetto attraverso una piattaforma informatica dedicata (SketchUp sarà lo strumento di modellizzazione). I progetti elaborati saranno poi discussi con esperti del settore. La partecipazione è gratuita, previa iscrizione sul sito di Rebuild.

«Un nuovo modo di costruire, attraverso sistemi industrializzati, che ha tutte le premesse per rivoluzionare il settore e fornire una soluzione sia per rilanciarlo, dopo anni in crisi, sia per riqualificare l'immenso patrimonio italiano», commenta Giovanni Spatti, ad di Wood Beton.
Per arrivare a questo le costruzioni devono aprirsi ad un cambiamento nelle modalità organizzative e costruttive e nella tipologia di personale.
«Tra 14 mesi avremo il 20% della forza lavoro delle costruzioni in un’età tra i 55 e i 64 anni e nel 2030 sarà il 26% ossia 1 su 4 – afferma Thomas Miorin, presidente di Rebuild –. Il settore edilizio sembra destinato ad affrontare, nel prossimo decennio, una crisi di competenze».

© Riproduzione riservata