Casa24

A Novara sconti del 15% (in calo) tra prezzo richiesto e…

  • Abbonati
  • Accedi
focus città

A Novara sconti del 15% (in calo) tra prezzo richiesto e finale

Momento favorevole per il mercato abitativo a Novara, che si prepara a concludere l’anno in corso con volumi di compravendite in aumento e prezzi di vendita quasi stabili. Il calo dei valori, in realtà, si esprime ancora in fase di trattativa, con un gap medio del 15,5% tra prezzo di conclusione e prezzo a cui l'immobile viene pubblicizzato. Anche la forbice di sconto in trattativa si sta comunque riducendo, così come si stanno accorciando i tempi medi di vendita (che oggi in città si aggirano sui 7,7 mesi, con alcune aree del centro e semi-centro già scese a 6-7 mesi, mentre periferia e semi-periferia continuano a viaggiare al rimo più lento degli 8 mesi).

«La categoria più richiesta è quella di trilocali di dimensione compresa fra i 75 mq e 90 mq, con contrattazioni medie che avvengono per immobili nella fascia fra i 75mila e i 90mila euro – spiega Antonino Laganà, agente Re/Max –. Questi importi sono facilmente mutuabili e quindi interessanti per una buona fascia di consumatori. A ruota seguono i quadrilocali con una dinamica inferiore, perché la fascia di mercato si restringe verso chi li utilizza direttamente piuttosto che affittarli».

NOVARA ZONA PER ZONA
Andamento della domanda e dell'offerta immobiliare per quartiere e prezzi medi (in euro) al mq per tipologia di abitazione e tempi medi di durata delle trattative di compravendita - AFFITTI Canoni medi indicativi di locazione nelle diverse zone della città per un bilocale (dai 60 ai 70 mq) e per un trilocale (dagli 80 ai 90 mq

Sempre in tema di mutui, scorrendo i dati monitorati negli ultimi 6 mesi da Facile.it, emerge che il valore medio degli immobili acquistati con prestito ipotecario è di 181.393 euro, l'importo medio richiesto è di 120.798, a fronte di un erogato medio di 98.087 euro.

GLI INDICATORI DELLE TRATTATIVE
I tempi medi di vendita delle abitazioni e il differenziale di prezzo tra richiesta iniziale e corrispettivo finale negli anni

«Da notare inoltre una crescente richiesta di immobili da recuperare o da destinare a specifici progetti – continua Laganà – come ad esempio case studio, residenze per anziani, ripristino di edifici per finalità connesse ad enti non profit. In questo momento abbiamo anche una leggera ripresa del numero delle unità immobiliari in costruzione, con localizzazioni centrali e semi-centrali (vedi Baluardo Lamarmora, Viale Verdi, Viale Roma e Via Marconi e quelli cioè immediatamente adiacenti al centro)».

I TREND
Indicazioni degli operatori sull'andamento del mercato nei prossimi 12 mes

© Riproduzione riservata