Casa24

Non solo tv e assistenti vocali: a Natale vincono anche sottovuoto e…

  • Abbonati
  • Accedi
piccoli elettrodomestici

Non solo tv e assistenti vocali: a Natale vincono anche sottovuoto e «tritatutto»

Black Friday e acquisti di fine anno hanno consacrato il successo dei prodotti hi tech più innovativi, stando a quanto hanno rilevato le ricerche di Gfk, Business Insider US, Twice e Confcommercio. E sono andati molto bene, oltre agli smartphone, ai tv mega 4 e 8K, agli assistenti vocali, anche i piccoli elettrodomestici super hi-tech e connessi. E, anche per i “Majaps” tradizionali, come le lavatrici o i frigo, trionfano le versioni connesse, addirittura gestibili con la voce. In dettaglio, in Italia c’è stato il boom degli aspirapolvere senza filo e delle asciugatrici oltre che dei sistemi audio; un grande successo in Germania per l’elettronica di consumo costosa e per gli aspirapolvere soprattutto quelli senza filo. E, incredibile sino a qualche anno fa, un vero trionfo per Echo Dot e Alexa Echo, gli altoparlanti vocali di Amazon usati -come ci ha comunicato Amazon-per fare gli ordini on line dei regali al posto della tastiera del pc o dello smartphone!

In Francia i videogiochi, le tv e gli altoparlanti che parlano sono ai primi posti delle rilevazioni di Gfk, in Inghilterra sono andati molto bene anche i bollitori e i tv smart. Ma sono i piccoli elettrodomestici super tecnologici, ovviamente connessi e multifunzione, le vere star delle vendite praticamente in tutto il mondo e in particolare a fine anno. Il robot che “tratta”, prepara e cucina i cibi, quello che mentre frulla e trita pure cuoce in contemporanea, un altro che grazie al sottovuoto mantiene intatte nel tempo “macedonie” e frullati delicatissimi, tostatori di caffè domestici che inviano i chicchi alla macchina superautomatica che macina e regala un espresso realmente unico, personalizzato. E quasi tutti smart, nel senso che davvero fan tutto da soli ma che poi comunicano i risultati al “padrone”.

Non solo: i piccoli “spiraleizer” hanno un ruolo molto amato dai foodlovers esperti o alle prime armi: quello di creare delle scenografie enogastronomiche di grande effetto, che gli chef chiamano “impiattamento”. E in effetti pare che presentare anche sulla tavola di tutti i giorni piatti ben decorati stimoli l’appetito; e se a compiere lavori faticosi come tagliare, sminuzzare, tritare e affettare sono i robot di nuova generazione, variare i menu diventa facile e piacevole.

E infine ecco un’altra star: il sottovuoto. Sia la piccola pompa domestica per chiudere i cibi in sacchetti estraendo l’ossigeno per una lunga conservazione, almeno tripla rispetto alla media, sia la cottura sottovuoto, che ora è disponibile anche senza acquistare forni super costosi. Un asta-cilindro con sensori, immersa nell’acqua della pentola mantiene con precisione la bassa temperatura di cottura del cibo sottovuoto, Così, passando direttamente dal frigo o dal freezer alla pentola nell'apposito contenitore il cibo si cucina lentamente con risultati eccellenti per arrivare poi nel piatto freschissimo, ricco di vitamine, proteine e sapore.

Infine una nuova moda che nasce in Cina, dove viene fabbricata la maggior parte dei piccoli elettrodomestici venduti in tutti i paesi, una moda che si va diffondendo anche altrove: i piccoli elettrodomestici “specializzati”. Un’idea-regalo che in America sta ottenendo sempre più successo: il piccolo apparecchio per fare il sandwich con il gelato, la pizza nel cono, la frittata anche farcita nel microonde, per i waffle di qualsiasi forma, per trasformare la frutta instantaneamente in ice cream senza panna, senza zuccheri e poche calorie…per fare doppi sandwich su tre diversi piani E poi come farsi il kebap in casa e i noodle appetitosi. E per chi ama la cioccolata sono arrivati in regalo i piccoli velocissimi scioglicioccolata ma non quelli poco affidabili di una volta, bensì mini-fontane che fanno scivolare onde di cioccolata sempre calda come nei ristoranti e nei bar.

© Riproduzione riservata