Casa24

Assoimmobiliare e Sda Bocconi, partnership per formare i manager del real…

  • Abbonati
  • Accedi
Servizio |REInnovation Lab

Assoimmobiliare e Sda Bocconi, partnership per formare i manager del real estate

Assoimmobiliare si allea con la Sda Bocconi School of management per studiare l’evoluzione del real estate e dare vita a programmi comuni di formazione manageriale. L’iniziativa, un laboratorio permanente denominato “REInnovation Lab”, è stata presentata oggi martedì 29 gennaio all’Università Bocconi di Milano.

Perché un nuovo team di ricerca sul mattone? «L’idea nasce da un’esigenza di alcuni tra i maggiori attori del mercato. L’obiettivo è migliorare la conoscenza e la disponibilità dei dati e contribuire ad elevare la trasparenza e la professionalità dell’industria», ha detto nel discorso inaugurale Silvia Rovere, presidente di Assoimmobiliare nonché amministratore delegato di Morgan Stanley Real Estate.

«Gli strumenti tecnologici di oggi sembrano disegnare, in futuro, un settore immobiliare con sempre meno persone e sempre più machine learning e disintermediazione. Ma si rischia di commettere errori senza gli strumenti adeguati di comprensione delle dinamiche ed è per questo che associazione e università hanno deciso di mettere in comune le proprie conoscenze», ha commentato Giuseppe Soda, Dean di Sda Bocconi School of management.

Il laboratorio, in sostanza, non si propone solo di sfornare report periodici. Ma attraverso l'analisi di alcuni fenomeni che stanno cambiando il business (come big data, fintech, progettazione Bim) si propone di raccogliere dati sul mercato e trasformarli in strumenti operativi per le aziende. I risultati di queste analisi saranno messi anche a disposizione delle attività di formazione (REInnovation Academy), che prenderanno la forma di corsi triennali e magistrali rivolti a chi è interessato ad una carriera professionale nel mondo immobiliare.

Da dove si parte? Non è un mistero che buona parte degli sforzi dell'industria, in questo periodo, si concentri sulla valutazione. Servono modelli veloci, avanzati ma anche flessibili, per elaborare e aggiornare il corretto valore dei cespiti immobiliari, essenziale per fondi e banche.

«Questo mercato ha almeno due facce: è un'industria, importante per chi ci lavora e per l’economia, ma è anche una fonte di rischi per la stabilità finanziaria, se i prezzi degli immobili vanno fuori linea e gli acquirenti s’indebitano troppo. Anche per questo va seguito e studiato, con modelli e dati sofisticati», ha suggerito Salvatore Rossi, direttore generale di Banca d'Italia e presidente Ivass.
Tra i docenti della Sda Bocconi in prima fila nel progetto ci sono Andrea Beltratti e Alessia Bezzecchi. I primi partner industriali dell'iniziativa sono Bnp Paribas Real Estate, Cbre Group, Colliers International, Cushman & Wakefield, Deloitte, Duff & Phelps, Generali Real Estate, GVA Redilco, JLL, PwC e Sigest. Alla presentazione ha partecipato anche Corrado Passera, ad di Illimity.

© Riproduzione riservata