efficienza energetica

CasaClima awards, le best practice conquistano Puglia e Lombardia

di Maria Chiara Voci


default onloading pic
Casa K. S., una CasaClima A vicino Bolzano firmata da Stephan Marx e Paolo Orrù

3' di lettura

Un hotel di charme, immerso nel cuore della campagna pugliese; la demolizione e ricostruzione di un antico edificio nel centro storico di Rio Pusteria; il risanamento di un immobile d’epoca con vista sul lago di Caldaro. E ancora: una costruzione a basso impatto ambientale in provincia di Brescia e una moderna abitazione certificata CasaClima A e circondata da prati e meleti a Bolzano; il nuovo KlimaHotel Zallinger, firmato dal giovane (ma ormai famoso) studio altoatesino Noa Architecture.

Sono stati assegnati ieri sera gli awards 2018, i premi che da ormai 16 anni sono conferiti dall’Agenzia CasaClima di Bolzano alle migliori costruzioni certificate nel corso dell’anno precedente. La proclamazione è avvenuta al termine di una giornata dedicata al primo Innovation Day dell’ente altoatesino nel Noi Techpark di Bolzano: un momento di confronto e networking sulle novità per il mercato fra tecnici, progettisti e imprese partner.

A ricevere i “cubi d'oro” sono stati cinque progetti, cui si aggiungono un premio speciale per una costruzione sopra i 3mila metri e il premio votato dal pubblico.

Puglia e Lombardia (oltre all’Alto Adige) sono le Regioni in Italia che hanno saputo esprimere meglio la filosofia che coniuga case efficienti, ma anche sostenibili e confrotevoli. Non solo residenziale classico, ma anche strutture alberghiere e recuperi.

iChiani - Ruperti è la riqualificazione di un casolare immerso nella campagna salentina di Gagliano del Capo, in provincia di Lecce: è stato trasformato in una struttura ricettiva che punta le sue carte non solo sull’ubicazione e sulla qualità dei servizi, ma sulla capacità di offrire ai suoi ospiti una vacanza davvero eco-frindly. L’edificio CasaClima Gold – recuperato su progetto dell’architetto Gianfranco Marino - è del tutto indipendente dalle fonti di energia fossile.

Sempre in ambito ricettivo, ma questa volta siamo nel cuore dell’Alpe di Siusi, in area Patrimonio Naturale dell’Umanità, è stato ristrutturato il rifugio Zallinger su progetto di Noa architecture con la collaborazione dell'ingegner Kurt Tröbinger per la parte impiantistica. La struttura originaria – un’antica malga – ha mantenuto il suo fascino e le caratteristiche del tempo, pur assicurando ai suoi ospiti tutti i vantaggi del comfort moderno. L’albergo si articola in sei nuovi chalet costruiti in legno: alla strutture, che sorge a oltre 2mila metri di altezza ed è pensata per chi cerca una vacanza di riposo e a contatto con la natura, si accede senza macchina. D'inverno con il gatto delle nevi.

I migliori edifici CasaClima 2018

I migliori edifici CasaClima 2018

Photogallery44 foto

Visualizza

Sul fronte residenziale, gli Apartments Windegg, affacciati sul lago Caldaro (Bolzano), sono stati risanati all’interno di una struttura preesistente e sono offerti come appartamenti vacanza di alta gamma. Il progetto è dell’architetto Horst Freissinger che ha lavorato con l’ingegner Ruben Erlacher per ottenere la certificazione. Il recupero ha prestato particolare attenzione alla conservazione dell’immagine architettonica e della materia dell'edificio storico, senza perdere in comfort termico ed efficienza energetica.

Scorrendo ancora gli award, ha ricevuto il cubo d’oro anche Casa K.S., una nuova CasaClima A firmata da Stephan Marx e Paolo Orrù, di elevata qualità architettonica, circondata da prati e meleti a Bolzano. Accurata in questo caso la ricerca della forma architettonica e dell’uso di materiali locali.

Casa Pertinger - dello studio forer°unterpertinger di Brunico con l'ingegner Robert Gasser, è un esempio di nuovo edificio, realizzato però in seguito a una demolizione e ricostruzione. Siamo nel centro storico di Rio Pusteria e nella preesistenza c'era un antico negozio/abitazione: il nuovo fabbricato si inserisce “nell'insieme di case” preesistenti, a rafforzare il patrimonio ambientale e culturale di questi territori.

Premio speciale (sopra i tremila metri) il rifugio al Sasso Nero di San Giovanni in Valle Aurina: l'edificio si sviluppa in verticale, su sei piani e con la forza iconica dominia il paesaggio circostante. Il progetto è di Studio Angelika Bachmann & Helmut Stifter.

Il più votato dal pubblico sul sito online degli Award 2018 è stato infine un edificio in Lombardia. Siamo in provincia di Brescia, a Castelcovati: la riqualificazione è CasaClima A, realizzata dal geometra Alessandro Barbareschi per la propria famiglia. Un edificio rigoroso nelle forme e pensato per dimezzare i consumi e ottimizzare gli apporti energetici già nell'architettura. La presenza di un impianto solare e fotovoltaico con annessa batteria di accumulo uniti ad un pozzo domestico permettono all'immobile la quasi autosufficienza energetica.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...