riconoscimenti

CasaClima premia una villa a Sabaudia per qualità edilizia

La moderna villa è frutto di una ricostruzione eseguita a pochi passi dal mare. La coibentazione del fabbricato ha permesso la nascita di un edificio Nzeb, a bassissimo consumo

di Maria Chiara Voci

default onloading pic

La moderna villa è frutto di una ricostruzione eseguita a pochi passi dal mare. La coibentazione del fabbricato ha permesso la nascita di un edificio Nzeb, a bassissimo consumo


3' di lettura

Non una casa in legno, circondata da prati verdi e dal dolce paesaggio delle montagne altoatesine. Bensì una moderna villa, dalle forme minimaliste, frutto di una demolizione e ricostruzione eseguita a Sabaudia, in Lazio, a pochi passi dal mare. È stato assegnato venerdì 4 settembre 2020 a una costruzione della provincia di Latina il premio del pubblico dei CasaClima Awards 2020, 18esimo appuntamento per una manifestazione annuale organizzata dall’Agenzia CasaClima di Bolzano.

Ogni anno l’Agenzia assegna riconoscimenti ai progetti più meritevoli o peculiari fra quelli che, nell'anno precedente, hanno ottenuto il sigillo di garanzia di qualità ed efficienza in edilizia (in totale 1.544 i fabbricati certificati nel 2019).

La villa Angelino di Sabaudia, inserita nella cornice del Parco Nazionale del Circeo e scelta grazie a un sondaggio online che ha coinvolto oltre 6mila persone, è stata oggetto di un intervento di profondo recupero, su progetto dell'architetto Federico Lestini e del geometra Davide Ignazzi (consulente energetico) ed è certificata CasaClima Gold Nature. La struttura esistente (280 metri quadrati distribuiti fra un piano terra e un piano seminterrato) è intelaiata in calcestruzzo armato e tamponata in laterizio ed è stata risanata con l’inserimento di un cappotto esterno in fibra di legno. La nuova coibentazione del fabbricato, associato allo studio impiantistico, ha permesso la nascita di un edificio Nzeb, a bassissimo consumo. L’assegnazione fuori dall'Alto Adige del premio denota un trend di diffusione sempre più capillare del marchio CasaClima in Italia in atto ormai da qualche anno. Molti fra i candidati di quest’anno erano progetti realizzati fuori dalla provincia di Bolzano.

Così anche i cinque cubi d’oro (assegnati dalla giuria di esperti) hanno premiato realizzazioni in tutta Italia: accanto alla CiAsa (Pedevilla Architects) di San Vigilio di Marebbe, accattivante costruzione in legno massiccio e all'ex fienile Innerbachlerhof recuperato dal geometra Mark Pichler a Postal sono stati premiati l’albergo Centrale di Lamezia Terme, palazzo storico di fine Ottocento situato nel centro di Lamezia Terme e ristrutturato su progetto dell'architetto Carlo Carlei; Casa Riberi di G*AA-Giaquinto Architetti, riqualificazione di un opificio dismesso nel centro di Torino, ai piedi della Mole Antonelliana; la nuova sede di una filiale della catena alimentare biologica NaturaSì di Genova.

Fra i finalisti per il premio del pubblico spicca, infine, anche il nuovo complesso pluripiano realizzato a Empoli (a fronte della demolizione di edifici preesistenti e fatiscenti) su progetto degli architetti Gennaro Columpsi e Simone Maestrelli e di Mirko Giuntini per la parte energetica.Un valore simbolico - quello degli award - che però negli anni è servito a diffondere una nuova cultura dell'abitare in Italia. La certificazione CasaClima, obbligatoria per le realizzazioni in provincia di Bolzano, è facoltativa in tutti gli altri territori. Ma è oramai molto conosciuta grazie al lavoro dei progettisti sparsi sui territori e all'azione dei network locali, che ha contribuito ad elevare la qualità generale dell'edilizia in molti territori.Sulla scorta dell'esperienza dell'Agenzia altoatesina, analoga iniziativa coinvolgerà fra pochi giorni anche il mondo dei progettisti del Green Building Council, che lavora sugli standard sviluppati a partire dall’esperienza americana del protocollo Leed.

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati