Innovazione

CasaGin start up più innovativa, dall’Mit di Boston il premio per i tessuti bio

La giovane azienda veneta si prepara a sbarcare negli Usa. E nel futuro c'è anche la Cina

di Natascia Ronchetti

2' di lettura

Il primo tessuto che ha utilizzato è stato Tencel, realizzato con una fibra ricavata dal legno di faggio e di eucalipto. Poi sono arrivati altri materiali come l'Econyl, derivato dal recupero delle reti da pesca e delle plastiche gettate nei mari. Da quest'anno ha introdotto il nylon biodegradabile. Tutto avvalendosi, per il confezionamento, di piccoli laboratori dislocati tra Veneto e Piemonte. Ed è così che, abbinando sostenibilità e innovazione alla grande tradizione artigiana italiana, CasaGin, giovane impresa veneta fondata a Padova nel 2017, è stata premiata come unica start up innovativa nel campo della moda, a livello internazionale, dal Mit, il Massachusetts Institute of Technology di Boston, negli Usa.

Un riconoscimento che il Mit le ha attribuito insieme alla Business School di Bologna. E che ha contribuito a farla crescere sui mercati esteri. «Oggi siamo presenti, oltre che in Italia, in Germania, Francia e Regno Unito -, dice la fondatrice Daniela Prandini, che ha alle spalle una lunga esperienza professionale come buyer per maison come Gucci, Ermenegildo Zegna e Prada -. Ma non ci fermiamo – prosegue -. Stiamo cercando un partner commerciale per sbarcare negli Stati Uniti. Nel nostro futuro c'è anche la Cina. Oggi siamo troppo piccoli per confrontarci con un mercato così grande. Ma è tra i nostri obiettivi». CasaGin è un caso di successo.

Loading...

La storia di una start up nata dall'idea di creare un brand 100% made in Italy legato al comfort e alla salvaguardia dell'ambiente. Produce underwear, abbigliamento da casa e da mare, sportswear. «All'insegna di tre parole chiave: sostenibilità, eticità, benessere», spiega Prandini, che ha fondato l'azienda insieme al compagno Alberto Massacesi. Ora CasaGin vende attraverso il proprio sito di e-commerce, nei market place legati alla sostenibilità, nei negozi di abbigliamento e, in Italia, anche nelle farmacie e nelle erboristerie. Con grandi prospettive di sviluppo internazionale, visto che le vendite online crescono di anno in anno del 120%. I suoi clienti oggi sono per l'80% donne, tra giovani molto sensibili al tema della tutela dell'ambiente e consumatrici mature che premiano il comfort e una lavorazione di alta qualità.

Con Tencel produce lingerie, con Econyl costumi da bagno, con il nylon biodegradabile abbigliamento sportivo. Una produzione che è praticamente a chilometro zero, destinata a una fascia di mercato medio-alta che riconosce «anche il sostegno che diamo a un piccolo mondo artigiano che rischia di scomparire - aggiunge Prandini -. Negli Stati Uniti, dove vediamo una domanda forte, abbiamo già fatto il nostro ingresso. Ma l'anno della svolta sarà il 2022».

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti