ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùDopo la frana

Casamicciola, al via evacuazione per 1.100 persone ma 54 famiglie non lasciano casa

L’allerta gialla prevista nel pomeriggio porta a uno spostamento di residenti dalla zona rossa in strutture d’accoglienza appositamente attrezzate

Aggiornata sabato 3 dicembre 2022 alle ore 11,25

Ischia, il video della frana dall'elicottero

2' di lettura

È diventato operativo a Casamicciola il “Piano speditivo di Protezione civile” che prevede l’allontanamento temporaneo di oltre mille persone dalle aree interessate dalla frana del 26 novembre scorso. Il piano, che durerà fino alle 16 di sabato, è scattato in concomitanza con l’inizio dell’allerta gialla sull’isola d’Ischia. Per le aree rosse è stato previsto un servizio di navette per consentire il trasferimento dei cittadini presso le strutture ricettive disponibili. Le forze dell’ordine garantiranno il servizio antisciacallaggio.

Cinquantaquattro famiglie residenti nella “zona rossa”, però, non si sono allontanate dalle proprie case. Lo ha reso noto il commissario Giovanni Legnini. Nei loro confronti le forze dell’ordine stanno svolgendo «opera di convincimento e persuasione» con la notifica dell’ordinanza di evacuazione emessa ieri. Al momento sono 341 le persone sistemate in hotel, comprese quelle sfollate subito dopo la frana, una novantina hanno notificato di aver trovato autonoma sistemazione e molte altre - rispetto alle oltre mille potenzialmente interessate - si sono mosse da sole verso famiglie e amici.

Loading...

«Le previsioni metereologiche sono difficili dalle 16 di oggi ma abbiamo un’allerta gialla, quindi l’evacuazione è una precauzione. Non dovrebbe esserci una precipitazione violenta ma la zona già colpita da frana è particolare perché c’è molto fango e anche poca acqua può diventare pericolosa». Lo ha detto in conferenza stampa la commissaria straordinaria del Comune di Casamicciola Simonetta Calcaterra. «Nella zona ferita - ha aggiunto - è importante che i cittadini vengano accompagnati in zona più sicura».

Si tratterebbe di «un piano speditivo di allontanamento preventivo dalla zona rossa», ha spiegato il commissario Giovanni Legnini. La zona rossa riguarda aree di rischio. È presumibile che la durata sarà di due-tre notti. Sono circa 1.100 le persone che saranno evacuate. È stata acquisita la disponibilità di posto negli alberghi di Ischia in alberghi, palestre attrezzate e palazzetti dello Sport per ospitare gli sfollati.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti