Locazioni nel mondo

Case, gli affitti più cari sono a Hong Kong

La città asiatica registra i canoni più elevati nel segmento lusso. A inizio anno affittata una casa a The Peak per 174mila dollari (Usa) al mese

di Paola Dezza

(Agf)

1' di lettura

Anche in tempo di covid Hong Kong rimane la città più cara del pianeta per quanto riguarda i canoni delle abitazioni di lusso. È la foto scattata da Knight Frank. Stupisce che il mercato tenga a Hong Kong, tra pandemia e situazione politica. Dati i valori raggiunti nella città asiatica un affittuario con a disposizione 10mila dollari al mese riesce ad affittare un appartamento che non arriva a 150 metri quadri.
Seguono New York e Singapore. In Europa spicca la situazione di Londra dove i valori delle locazioni sono scesi del 14% negli ultimi 12 mesi terminati a febbraio 2021.

Lo stesso calo del 14% si è registrato a New York nel periodo.

Loading...

L’analisi di Knight Frank si basa su abitazioni di tre camere da letto in location centrali. A inizio anno ad Hong Kong, nella zona lussuosa di The Peak, è stata affittata una abitazione a 174mila dollari al mese.

A New York sempre con 10mila dollari americani si affittano circa 220 mq. Spai molto più alti per quella cifra si possono affittare a Dubai (480 mq) e Madrid (500 mq).

In generale la pandemia ha ridotto la domanda, da parte di uomini di business e studenti, e quindi l’offerta sul mercato è salita creando pressione sui canoni.

«Quando molti appartamenti torneranno nel circuito degli affitti brevi la scarsa offerta porterà di nuovo una pressione per i canoni» dice David Mumby, responsabile degli affitti prime delle zone centrali di Londra per Knight Frank.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati