mercato abitativo

Case, per l’Istat prezzi crollati del 15,8% in otto anni

di Paola Dezza


Spread, gli effetti sui mutui già in essere e su quelli da stipulare

2' di lettura

Un calo del 15,8% dal 2010 a oggi. È la discesa dei prezzi delle abitazioni in Italia registrata dall’Istat nel secondo trimestre dell’anno in corso. La valutazione è stata fatta rispetto al livello medio del 2010 che è il primo anno nel quale è disponibile la serie storica. Il dato è fortemente influenzato dall’andamento dei valori delle case esistenti, che hanno lasciato sul terreno nel periodo considerato il 22,1%. In positivo, invece, l’andamento delle abitazioni nuove, i cui prezzi sono saliti dello 0,8%.

GUARDA IL VIDEO / Casa, mercato verso 600mila compravendite a fine anno

IL GAP TRA CASE NUOVE ED ESISTENTI
IL GAP TRA CASE NUOVE ED ESISTENTI
IL GAP TRA CASE NUOVE ED ESISTENTI

Se si guarda solo al secondo trimestre 2018 l’indice dei prezzi delle abitazioni Istat registra quotazioni in crescita dello 0,8% rispetto al trimestre precedente e diminuisce dello 0,2% nei confronti dello stesso periodo del 2017 (era -0,5% nel primo trimestre 2018). Anche in questo caso il calo è da attribuire esclusivamente ai prezzi delle abitazioni esistenti (-0,7%).

I prezzi delle abitazioni nuove, invece, accelerano passando dal +1% del primo trimestre del 2018 al +1,6% del secondo trimestre del 2018. In media, nel primo semestre del 2018, rispetto allo stesso periodo del 2017, i prezzi delle abitazioni diminuiscono dello 0,4%, sintesi di dinamiche di prezzo di segno opposto in quanto i prezzi delle abitazioni nuove, il cui peso sull’indice generale è poco più di un quinto, aumentano dell’1,3% mentre quelli delle abitazioni esistenti diminuiscono dello 0,9%.

Proprio ieri un report di Sigest ha fotografato un mercato milanese delle case nuove particolarmente dinamico con valori stabili nel centro storico ma in crescita nelle zone dei Bastioni e della semiperiferia (oltre il 5%).
Qualche settimana fa l’agenzia delle Entrate ha pubblicato l’Osservatorio sulle compravendite. Il quadro del mercato italiano residenziale vede dunque prezzi fermi o ancora in lieve calo e compravenidte in aumento del 5,6% nel periodo aprile-giugno 2018.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...