RESIDENZIALE «PRIME»

Case di lusso, la stabilità premia la crescita: bene Australia ed Europa. Giù Hong Kong

Secondo l’indice del residenziale “prime” di Savills su 27 città del mondo, i prezzi cresceranno (dopo un 2019 piatto). Bene le capitali Ue, Mosca e Sydney. Rallentano le metropoli Usa e la Cina. Flettono i valori a Hong Kong

di Laura Cavestri

default onloading pic
(© CHROMORANGE / Daniel Hohlfeld)

Secondo l’indice del residenziale “prime” di Savills su 27 città del mondo, i prezzi cresceranno (dopo un 2019 piatto). Bene le capitali Ue, Mosca e Sydney. Rallentano le metropoli Usa e la Cina. Flettono i valori a Hong Kong


3' di lettura

Il residenziale di lusso rallenta la sua corsa. È questa la fotografia scattata dal Savills World Cities Prime Residential Index, l’indice con cui lo stesso Savills analizza i valori di mercato delle abitazioni di fasca alta in circa 30 città del mondo. I valori di capitale nelle 27 città cresceranno – si legge nel report – dell’1,8%, in media, nel 2020. In leggero miglioramento rispetto alla media dello 0,1% osservata nel 2019. Ma ben lontani dal balzo del 9,3% registrato a giugno 2013. Tuttavia, alcuni mercati continuano a galoppare.
Tuttavia ci sono mercati che continuano a sfidare la tendenza. Si prevede che Lisbona, Sydney e Mosca avranno una crescita superiore al 6% nel 2020, grazie a una combinazione di bassi tassi di interesse e aumento della domanda.

LA CLASSIFICA
Previsioni di crescita di immobili residenziali di fascia alta
Loading...

Chi cresce di più...
Dove aumenteranno di più i prezzi delle case di facia alta nel 2020 in Europa? A sorpresa, a Lisbona. La capitale portoghese vedrà la più alta crescita dei prezzi “prime”, tra il 6 e l’8% quest’anno, pari a 8900 euro al metro quadro per le cosiddette case “prime”. Un picco dei prezzi guidato in gran parte da una generale mancanza di offerta rispetto al livello della domanda. Stessa “forchetta” di aumento stimato per Sydney, in Australia, dove i valori sono già cresciuti, nel 2019, di quasi il 2 per cent: prezzo atteso al metro quadro, oltre 16mila euro. La città australiana è vista come destinazione “sicura” nell’area Sudest-Pacifico, dato che l’incertezza prevale sui principali mercati residenziali di quel quadrante e continuerà nel 2020 (vedi Hong Kong). Gli incendi boschivi in ​corso potrebbero essere un fattore di mitigazione a breve termine, ma non dovrebbero indebolire la crescita dei prezzi per le abitazioni distaccate di fascia medio-alta.
A Mosca si prevede un aumento dei prezzi tra il 6 e il 7,9% (pari a 12.400 euro al metro quadro) nel 2020. Si tratta, prevalentemente, di un mercato interno (oltre il 97% delle transazioni è domestico) e la crescita è guidata da una ripresa dell’economia domestica e dallo sviluppo del mercato dei mutui. Anche Parigi e Amsterdam sono riemerse come due delle “piazze” di investimento più interessanti in Europa. Si prevede che i prezzi cresceranno tra il 4 e il 6% nel 2020 (pari, rispettivamente, a 15400 euro e 8900 euro al metro quadro). A favorirle, la natura relativamente sicura di questi mercati, la Brexit (almeno per Amsterdam) e tassi di interesse da bassi a negativi che continueranno a guidare gli investimenti.

Le performance nelle città più internazionali degli Stati Uniti – Los Angeles, Miami e New York – frenano. New York – che ha introdotto aliquote fiscali più elevate – nel 2019 ha registrato un calo delle vendite di fascia alta. Si prevede che il rallentamento continuerà fino al 2020, con aumenti dei prezzi che si aggirano intorno all’1% anche se parliamo di valori assoluti, al metro quadro, che superano i 24mila euro. Frena ancor di più: -3,2% la diminuzione in valore nel 2019 per una media di 15mila euro al metro quadro.
Singapore e Tokyo si stanno dimostrando mercati stabili in una regione che sembra tormentata dalla continua incertezza. Nonostante le sfide demografiche del mercato giapponese, Tokyo continua a crescere (+1,9% pari a 21mila euro al mq). Singapore ha invece beneficiato della crescente ricchezza dei residenti e dell’interesse degli acquirenti internazionali. Oggi i prezzi al metro quadro in fasca alta si aggirano sugli oltre 15mila euro e la crescita dei valori nel 2020 è stimata tra 2-4 per cento.

In flessione...
A Dubai, l’eccesso di offerta continua ad avere un effetto soffocante sulla crescita dei prezzi, con i valori del 2020 previsti in calo tra il 2% e il 3,9% dal 2019. A Hong Kong, i disordini popolari continueranno a pesare sul mercato residenziale principale. Per il 2020, si prevede un piccolo calo previsto per i prezzi residenziali di lusso, sebbene l’ accordo commerciale siglato mercoledì tra Stati Uniti e Cina potrebbe ridurre un po’ la tensione sui mercati residenziali medio-alti, non solo a Hong Kong, ma anche nella Cina continentale.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti