RESIDENZIALE

Case di lusso, sui valori prime Milano tiene meglio di Parigi e New York

Secondo il Savills World Cities Prime Residential Index i valori del segmento lusso cresceranno, in media, nel 2021, dell’1,6 per cento

di Laura Cavestri

default onloading pic

Secondo il Savills World Cities Prime Residential Index i valori del segmento lusso cresceranno, in media, nel 2021, dell’1,6 per cento


3' di lettura

Milano tiene, Berlino svetta. Molte capitali europee – da Parigi a Madrid – sono in calo. Sarà che sullo sfondo si scommette sull’effetto dei vaccini che consentono di vedere una luce in fondo al tunnel, ma i valori di capitale del segmento case di lusso nelle 30 città su cui si basa il Savills World Cities Prime Residential Index cresceranno, in media, nel 2021, dell’1,6 per cento. Una resilienza che emerge già dalla seconda metà del 2020 con l’indice Savills che ha registrato un aumento medio del valore del capitale dello 0,8% (mentre sull’intero anno 2020, i valori sono rimasti mediamente stabili a + 0,5 per cento).

«Si prevede – ha sottolineato Sophie Chick, responsabile di Savills World Research – che molti dei fattori che hanno contribuito a guidare il principale mercato residenziale nella seconda metà del 2020 continueranno nel 2021, inclusi i tassi di interesse storicamente bassi, il desiderio di più spazio e poca offerta in alcune località. Questi fattori, e i forti fondamentali del settore, indicano che una crescita dei prezzi positiva è prevista in 19 città rispetto alle nove che dovrebbero vedere, quest’anno, un piccolo calo dei prezzi».

Loading...
HabitariaGaribaldi 95

HabitariaGaribaldi 95

Photogallery6 foto

Visualizza

Come sono andati i valori 2020 del capitale nel residenziale prime

Con una media di 13.500 euro al metro quadro nel segmento prime, e una previsione di sostanziale tenuta, Milano tiene meglio di Roma per cui si prevede, quest’anno, una discesa dei valori tra 0 e -1,9%. Stessa “forbice” prevista per Lisbona e Madrid, che però, già nel 2020, hanno visto cali significativi, rispettivamente, del -5,3 e -2,3 per cento. Calo anche per Parigi, che però l’anno scorso aveva valori increscita del 2 per cento.

Restrizioni ai viaggi e poca offerta

Molte città in cui i livelli di offerta sono bassi hanno continuato a registrare una crescita dei prezzi positiva. Questo è stato il caso di numerose città europee, tra cui Berlino, Amsterdam e Parigi.

Lisbona, invece, ha visto il più grande calo dei prezzi nel 2020 tra le città europee nell'indice. Le restrizioni di viaggio hanno ostacolato il mercato qui che è guidato da acquirenti internazionali. Il turismo è anche un importante motore per l’economia locale.

La performance dei prezzi prime per tutte le città statunitensi nell’indice è migliorata nella seconda metà dell’anno rispetto alla prima. Fattori come l’allentamento delle restrizioni sul covid-19, tassi di interesse interessanti e un mercato azionario forte hanno dato una spinta al mercato primario in questo periodo.

Le città cinesi, invece, hanno registrato una forte performance dei prezzi nel 2020. Hangzhou è in cima all’indice delle città cinesi, aiutata dai programmi di attrazione dei talenti e da un vivace ambiente tecnologico. Il crollo di Mumbai,si spiega — secondo Savills – con l’eccesso di offerta mentre il paese è stato gravemente colpito dal virus. Tra i mercati maggiormente in ribasso c’è anche Hong Kong: mentre il mercato si adegua al mutevole panorama politico della città, il recente calo dei prezzi ha attirato alcuni acquirenti che cercano occasioni a prezzi più “convenienti”.Infine il mercato Usa. Los Angeles ha visto la crescita più forte nel corso dell’anno, seguita da Miami. Entrambe le città hanno registrato una forte attività nella seconda metà dell'anno, guidata dalla domanda di case unifamiliari. Mentre dopo un leggero ribasso nel 2020, ci si attende un calo più deciso, quest’anno, a New York, mercato che deve affrontare l’eccesso di offerta esistente.

Dove si trova l’immobile residenziale più costoso?

Nonostante il recente calo dei prezzi, Hong Kong rimane la città più costosa al mondo nel segmento residenziale lusso. I valori prime qui sono del 78% superiori al secondo posto di New York. Kuala Lumpur è la città con il valore più basso nell’indice, con valori prime parfi al 6% di Hong Kong .Un confronto sull’Europa, ad esempio, pone i valori prime di Madrid rispettivamente del 47% e del 56% inferiori a Roma e Parigi.

LA CLASSIFICA
Loading...


Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati