la cina si oppone

Caso Huawei, Usa chiedono a Canada di estradare la figlia del fondatore

di Redazione Online

default onloading pic
Meng Wanzhou, cfo di Huawei, figlia del fondatore


1' di lettura

Gli Stati Uniti hanno informato il governo canadese di voler procedere con la richiesta formale di estradizione di Meng Wanzhou, direttore finanziario di Huawei nonché figlia del fondatore, ovvero uno degli uomini più ricchi dell Cina. La donna è in arresto a Vancouver dal primo dicembre su impulso americano
con l'accusa di aver violato le sanzioni contro l'Iran. Lo riporta il quotidiano Globe and Mail, secondo cui l'ambasciatore canadese negli Usa, David MacNaughton, ha detto in un'intervista di non sapere quando avverrà con precisione ricordando che il 30 gennaio scade il termine per la presentazione.

Huawei ribadisce sul caso di Meng Wanzhou «di aver sempre rispettato tutte le leggi e le norme applicabili» nei Paesi e nelle regioni in cui opera, «comprese
le leggi sul controllo delle esportazioni delle Nazioni Unite, degli Usa e dell'Ue».

In una nota, il colosso delle tlc di Shenzhen aggiunge di avere piena fiducia che «i sistemi legali canadesi e statunitensi possano raggiungere una giusta conclusione», aggiungendo di “monitorare” la vicenda dell'estradizione del suo direttore finanziario.

La Cina chiede «alla parte canadese di rilasciare Meng Wanzhou per proteggere efficacemente i suoi diritti e interessi legittimi». Commentando la volontà
degli Usa di procedere alla richiesta di estradizione di Lady Huawei, la portavoce del ministero degli Esteri cinese Hua Chunying ha «esortato con forza gli Usa a correggere immediatamente gli errori, a ritirare il mandato d'arresto e a non presentare una richiesta formale di estradizione».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...