LA REPLICA

Castaldi: «Ero un fiduciario e ho sempre rispettato le leggi»

«La Castaldi Lawyer costituiva società ed era iscritta alla Company House inglese come agente. È una fiduciaria esattamente come lo sono alcuni organismi in Italia»


default onloading pic
(NurPhoto)

3' di lettura

Ecco le risposte integrali di Fabio Castaldi alle domande poste attraverso il suo avvocato Gianluca Tognozzi.

Qual è la sua posizione processuale nei confronti delle indagini giudiziarie “Round Trip” di Vicenza e “London Windows” di Catania? Come si dichiara rispetto alle accuse mosse nei suoi confronti?

La Castaldi Lawyer costituiva società ed era iscritta alla Company House inglese come agente. È una fiduciaria esattamente come lo sono alcuni organismi in Italia e, come tale, mette a disposizione degli organi giudiziari, su richiesta, delle informazioni in suo possesso. Detto ciò mi ritengo estraneo al procedimento.

Da alcune conversazioni emerse nelle carte delle operazioni Martingala e Vello d'Oro delle procure di Reggio Calabria e Firenze appare che lo studio Castaldi gestisse aziende per conto di Antonio Scimone, accusato di essere un riciclatore per la ‘ndrangheta. Che tipo di due diligence effettua la Castaldi sui suoi clienti? Nel promettere massima riservatezza non ritiene di attirare proprio quelli che hanno propositi meno leciti?

La Castaldi Lawyer si limita a effettuare la costituzione della società, esattamente come un notaio in Italia e, in alcuni casi, a presentare gli annual return, procedure obbligatorie societarie, attività ben distinte e diverse dalla “gestione” degli enti costituiti. La natura di fiduciaria, come noto, non esime la Castaldi Lawyer dal comunicare, su richiesta dell'autorità giudiziaria, tutti i dati in proprio possesso relativi ai fiducianti, rispetto ai quali non dispongo di strumenti di indagine particolarmente efficaci.

Antonio Scimone non era ancora stato arrestato naturalmente quando era cliente della Castaldi Lawyer, ma erano già emersi articoli sulle sue presunte attività di riciclaggio in Slovenia. Ne era a conoscenza?

Non ne ero a conoscenza.

Scimone non è l'unico cliente di Castaldi ad essere accusato di vicinanza alla ‘ndrangheta. Nel 2013 anche Alberto Pizzichemi avrebbe usato la Castaldi Lawyer per chiedere una residenza a Londra, ritenuta dalle forze dell'ordine fittizia. Pizzichemi è stato successivamente arrestato in quanto ritenuto riciclatore di denaro per alcune cosche mafiose. Come è entrato in contatto con il suo cliente?

Ho iniziato a lavorare in Inghilterra oltre 14 anni fa e tramite la pubblicità su internet è arrivata la quasi totalità della mia clientela. Fra i servizi offerti vi era, ovviamente, anche la cura delle pratiche per il conseguimento della residenza a Londra secondo le norme che ne regolano l'ottenimento.

A cosa servono le centinaia di aziende apparentemente inattive che risultano dal registro imprese inglese a nome del suo cliente? Come mai così tante vengono create e successivamente sciolte senza apparente scopo?

Vorrei far notare che Londra si poneva in Europa esattamente come si pone New York negli Usa, quindi attirava moltissime persone in cerca di business o semplicemente per prestigio. Costituire una società nel Regno Unito costa circa 25 euro e la gestione amministrativa semplificata della medesima per un anno è di circa 800 euro. Questo significa che moltissima gente in Europa ci ha chiesto di costituire società nella nostra veste di agenti regolarmente registrati. Ovviamente la mortalità delle medesime è molto alta. Abbiamo offerto anche il servizio fiduciario, nel rispetto della legge inglese, per questo una parte è intestata direttamente a noi.

La procura di Vicenza la ritiene una figura chiave nell'organizzazione di una gigantesca frode carosello che coinvolge molte altre aziende. Come si dichiara? Che tipo di relazione aveva con gli imputati in quel caso?

Semplicemente la Castaldi Lawyer era fiduciaria nella partecipazione azionaria di una società non italiana.

Dove si trova l'ufficio della Castaldi Lawyer a Londra? Perché ai numerosi indirizzi indicati sul registro imprese britannico non risulta l'esistenza dell'azienda?

Non esercito più la professione di fiduciario, visto che questa figura troppo spesso viene confusa con quella di “amministratore testa di legno”, nonostante sia sempre stato iscritto alla Company House. Come operatore registrato ho sempre ottemperato all'obbligo di rispondere alla magistratura inglese, anche in caso di rogatorie internazionali per avere informazioni su eventuali fiducianti sospetti. Nei casi sopra citati non ho mai ricevuto richieste in tal senso.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...