manovra

Castelli (M5S): reddito cittadinanza, non servirà fare domanda


default onloading pic
(Ansa)

1' di lettura

Il reddito di cittadinanza non dovrà essere richiesto dai cittadini ma sarà lo Stato ad individuare chi ne ha diritto. Lo ha spiegato il vice-ministro all'Economia, Laura Castelli parlando dal palco della manifestazione M5sa Roma insieme a Nunzia Catalfo, che presiede la commissione Lavoro del Senato ed è considerata la 'madre' del reddito di cittadinanza.

«Non si dovrà andare allo Stato a chiedere una cortesia - ha detto Laura Castelli - Non sarà il cittadino che dovrà vagare chiedendo 'scusa, io ho diritto al reddito?' ma sarà lo Stato a venire da voi e dire voi avete diritto al reddito di cittadinanza.

Un nuovo paradigma in cui lo Stato ti prende per mano e ti accompagna, ti ridà dignità». È stato poi spiegato che saranno obbligatorie 8 ore di volontariato nel comune di residenza. Per ogni cittadino ci sarà un solo sportello di riferimento e è in costruzione - ha spiegato Nunzia Catalfo - un sistema informativo al quale si
potrà accedere dal computer o dal telefonino per fare la ricerca del lavoro.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...