turismo

Cdp investe 130 milioni a Venezia

di Paola Dezza


default onloading pic
L'ex Ospedale al Mare del Lido di Venezia

3' di lettura

L’obiettivo di attivarsi nel settore turistico che Cassa depositi e prestiti si è posta parecchi mesi fa diventa concreto. È così che Cdp muove i primi passi per la valorizzazione e la riqualificazione dell’ex Ospedale a mare al Lido di Venezia, ma ha anche dato il via alla ristrutturazione di una ex colonia a Celle ligure e ha acquisito per 92 milioni di euro un portafoglio composto da cinque resort situati in diverse località turistiche italiane.

Il progetto più atteso è quello relativo alla trasformazione dell’ex Ospedale a mare al Lido, non solo per le dimensioni dell’area interessata dai lavori - il masterplan riguarda, infatti, una superficie di oltre 48mila mq -, ma perché qui è entrata nel vivo proprio nelle scorse settimane anche la riqualificazione degli hotel Excelsior e Des Bains e relative spiagge da parte di Coima Sgr, che sta lavorando al progetto con London & Regional properties, proprietario e gestore di strutture alberghiere come il Fairmont di Montecarlo e l’hotel Hilton Park Lane a Londra.

L’intervento di rigenerazione immobiliare relativo all’ex Ospedale sarà realizzato da Th resorts in partnership con Club Med, entrambe futuri affittuari. Il progetto Lido prevede la realizzazione di 44.036 mq di spazi residenziali, 1.045 mq di spazi commerciali, 1.220 mq di superfici alberghiere - 300 stanze per circa 600 posti letto per la parte di Club Med e 100 circa per Th - e 1.840 mq per servizi.

L’investimento atteso da parte della proprietà è compreso tra 100 e 130 milioni di euro (oltre al costo di acquisizione sostenuto a suo tempo da Cdp e pari a 50 milioni di euro).

L’area, con l’ex Colonia marina di Celle ligure, anch’essa oggetto di ristrutturazione, fa parte del portafoglio del Fiv, il fondo investimenti per le valorizzazioni promosso da Cdp investimenti Sgr e interamente sottoscritto da Cdp.

Il pacchetto di operazioni concluse questa settimana comprende anche l’immissione di liquidità per ulteriori 150 milioni di euro nel fondo investimenti per turismo (Fit), che arriva a questo punto ad avere un patrimonio di 250 milioni di euro da destinare ad ulteriori acquisizioni (ci sarebbero già trattative in corso, ndr). Con questo fondo Cdp Investimenti Sgr ha acquisito cinque hotel da Th resorts e da Valtur per 92 milioni di euro comprensivi di 27 milioni di investimenti. Localizzate da Trentino e Valle d’Aosta fino a Brindisi, le strutture si trovano a Marina di Pisticci (Mt) e Marina di Sibari (Cs), Marina di Ostuni (Br), Marilleva (Tn) e Pila (Ao) per un totale di 1.550 stanze.

La strategia di Cdp si fonda su un programma di acquisizioni di strutture alberghiere che vengono poi riaffittate alla vecchia proprietà, la quale con il capitale ricavato dalla vendita può puntare a espandersi.

Tornando al Fit, il veicolo ha un obiettivo di raccolta di circa un miliardo di euro destinato a investire in fondi immobiliari specializzati nei diversi comparti dell’infrastruttura turistica italiana.

Sempre in questi giorni Cdp ha avviato la riqualificazione dell’ex Colonia marina di Celle ligure, complesso immobiliare di proprietà che si distribuisce su circa 10mila mq e che risale ai primi del 900. Il complesso potrà diventare una delle strutture ricettive della catena alberghiera di Th resorts con investimenti tra 15 e 20 milioni di euro.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...