piano industriale

Cdp torna sul mercato con un bond retail: ecco come funziona la nuova emissione

di Celestina Dominelli


Assiom Forex, Palermo (Cdp): puntare su volano risparmio e manifattura, Cdp può avere un ruolo

2' di lettura

Cassa depositi e prestiti torna a bussare alla porta del mercato retail con un nuovo bond in offerta da oggi. Il collocamento, che si chiuderà il prossimo 21 giugno, punta a raccogliere fino a un miliardo di euro. È la seconda volta di un’emissione targata Cdp per i soli investitori privati: la prima da 1,5 miliardi, con scadenza a 7 anni, risale al marzo 2015 e fu chiusa allora dopo solo cinque giornate lavorative con una domanda pari a 4 volte l’ammontare iniziale offerto (4 miliardi) e l’adesione di 70mila risparmiatori. Ecco l’identikit completo del nuovo bond.

GUARDA IL VIDEO - Palermo (Cdp): puntare su volano risparmio e manifattura, Cdp può avere un ruolo

L’identikit del nuovo bond retail
Come per il precedente bond, anche questa nuova obbligazione, che rientra nell’obiettivo di diversificazione delle fonti di raccolta previsto dall’ultimo piano industriale di Cdp, ha un tasso misto fisso e variabile, durata settennale e una tassazione del 12,50%: l’emissione ha un tasso fisso costante del 2,7% lordo per i primi due anni pagabile il 28 marzo, 28 giugno, 28 settembre e 28 dicembre di ogni anno a partire dal 28 settembre del 2019 (incluso) fino al 28 giugno 2021 (incluso) . Nei successivi cinque anni, il tasso è variabile e sarà pari all'Euribor 3 mesi più uno spread dell’1,94 per cento. Le date di pagamento degli interessi delle cedole variabili saranno trimestrali, dal terzo al settimo anno, e cadranno il 28 marzo, 28 giugno, 28 settembre e 28 dicembre di ogni anno a partire dal 28 settembre (2021) fino alla data di scadenza (inclusa).

I termini dell’offerta e le banche collocatrici
L’offerta è destinata esclusivamente a persone fisiche residenti in Italia. Il lotto minimo ai fini dell’offerta è di mille euro. Sono ammesse sottoscrizioni multiple da parte degli aderenti all’offerta. Le banche responsabili del collocamento sono Banca Imi, Bnp Paribas (London Branch) e UniCredit, mentre in qualità di collocatori agiscono: Fideuram, Intesa Sanpaolo, Bnl, UniCredit, Cordusio Sim, Banca Akros, Banca Generali, Banca Intermobiliare, Banca Passadore, Banca Popolare di Bari, Banca Popolare di Sondrio, Banca Sella, Banca di Desio e Brianza, Bper, Chebanca!, Credit Suisse, Deutsche Bank, Equita Sim, Fineco Bank, Iccrea Banca, Cassa di Ravenna e Poste Italiane.

Dove presentare le domande di sottoscrizione
Le domande di adesione all’offerta predisposta da Cassa depositi e prestiti dovranno essere presentate presso i collocatori dove sono disponibili tutti i moduli per sottoscrivere l’obbligazione. Gli interessati potraanno aderire all’offerta anche attraverso soggetti autorizzati all’attività di gestione individuale di portafoglio di investimento per conto terzi . Cdp ha presentato presso Borsa Italiana domanda di ammissione alle quotazione presso il segmento Mot (Mercato telematico delle obbligazioni). L’emissione ha incassato dall’agenzia S&P Global Ratings un rating atteso pari a BBB.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...