startup

Cdp Venture Capital investe in Hevolus

Il Fondo Italia Venture II entrerà nell’azionariato della società attraverso un aumento di capitale da 4 milioni di euro.

di Mo.D.

default onloading pic

Il Fondo Italia Venture II entrerà nell’azionariato della società attraverso un aumento di capitale da 4 milioni di euro.


3' di lettura

Nuovo investimento di Cdp Venture Capital. Hevolus, azienda pugliese leader in tecnologie disruptive e customer experience innovative, vedrà sottoscritto un aumento di capitale di 4 milioni di euro dal Fondo Italia Venture II dedicato a startup e pmi innovative del Mezzogiorno. Il fondo supporterà, come investitore unico, il percorso evolutivo della società «con l’obiettivo di aiutare una eccellenza tecnologica del Mezzogiorno a espandere il proprio business anche a livello internazionale, non solo nel settore retail, ma anche anche in ambito healthcare, industrial, telecomunicazioni» si legge in una nota.

L’investimento

I nuovi capitali potranno essere utilizzati dall’azienda anche per «l’eventuale acquisizione di realtà minori con profonde competenze in ambito tecnologico (tecnologie AI e CRM) e il rafforzamento della struttura organizzativa, tramite l'inserimento di figure professionali chiave nella funzione di R&D e commerciale, a supporto della fase di sviluppo del business».

«Il mercato della mixed reality è in fortissima espansione - commenta Enrico Resmini, amministratore delegato e direttore generale di CDP Venture Capital Sgr – parliamo di una stima di valore complessivo mondiale pari a 1,8 miliardi di dollari nel 2024. Il nostro investimento in una realtà altamente innovativa del Mezzogiorno, dal forte know-how tecnologico come Hevolus consentirà di accelerare lo sviluppo di nuove opportunità di business e di occupazione. L’impatto di questa operazione andrà a favore di tutte quelle aziende italiane che necessitano di una spinta nei processi di trasformazione digitale nei settori del retail, dell’oil&gas, delle costruzioni, dell’healthcare, della moda, nel cui ambito le nuove tecnologie di realtà virtuale potrebbero portare importanti benefici, sia nello sviluppo del fatturato sia nell'ottimizzazione dei costi».

«Siamo onorati di far parte di un gruppo italiano così solido e prestigioso che ci permetterà di crescere ulteriormente a livello globale, mantenendo la nostra italianità e consentendoci di alimentare la nostra spinta su tecnologie all’avanguardia e competenze avanzate. Negli anni, grazie alle sinergie con l'ecosistema Microsoft e con una visione di innovazione, abbiamo sviluppato soluzioni tecnologiche che hanno accompagnato le aziende italiane nel percorso di trasformazione digitale e che tanto più ora stanno consentendo a molte realtà di far leva sulla Mixed Reality per superare con modalità innovative i tanti vincoli dati dall'emergenza sanitaria. Con questo importante traguardo nei nostri piani di sviluppo non solo potremo ampliare gli scenari applicativi a beneficio di settori strategici per l'Italia, ma anche esportare questo modello di eccellenza italiana all'estero contribuendo alla competitività del Paese, il tutto partendo dal Sud Italia» commenta Antonella La Notte, ceo di Hevolus Innovation.

«Siamo entusiasti del percorso di crescita intrapreso da Hevolus, un importante riconoscimento dell'ottimo lavoro svolto fino ad ora. I nostri partner sono i veri campioni di innovazione del Paese, al fianco delle aziende nei loro progetti di digitalizzazione attraverso competenze e soluzioni verticali. Siamo orgogliosi di lavorare insieme a una realtà innovativa come Hevolus, con cui negli ultimi mesi Microsoft ha sviluppato alcuni progetti realmente innovativi in un ambito all'avanguardia come quello della Mixed Reality per aiutare le aziende a trovare nuovi canali di collegamento con i clienti, anche nella fase dell'emergenza sanitaria. Grazie alla partecipazione di Cdp Venture Capital, potrà sviluppare soluzioni sempre più avanzate per guidare le imprese nel pensare alle tecnologie come leva innovazione, competitività e crescita economia» ha dichiarato Barbara Cominelli, direttore marketing & operations di Microsoft Italia.

La storia di Hevolus

Nata nel 2000 come ferramenta per gli artigiani del legno, dopo pochi anni l'azienda avvia iniziative di diversificazione imprenditoriale, apre nuove linee di business e diventa un riconosciuto laboratorio di innovazione dalle altissime competenze digitali, una software house di nuova generazione che studia e sviluppa modelli di business innovativi basati su tecnologie disruptive – realtà aumentata, realtà mista, Intelligenza Artificiale, IOT, servizi Cloud, servizi cognitivi - con l'obiettivo finale di aiutare a vendere meglio coinvolgendo di più il cliente. Nel 2018 Hevolus diventa partner internazionale di Microsoft per la Mixed Reality, subito dopo viene scelta dal colosso di Redmond come testimonial internazionale del computer olografico HoloLens2 e, inoltre, figura tra le aziende partner del nuovo piano Ambizione Italia #DigitalRestart con cui Microsoft intende supportare la crescita del Paese attraverso investimenti per 1,5 miliardi di dollari in tecnologie e competenze digitali avanzate. Dal 2015 Hevolus è Partner di Corporate Open Innovation della multinazionale tedesca Wurth con i progetti Wudesto (2016), WOE (2017), JIT (2018), Holo WareHouse (2019), Holo Maintenance (2019), HoloLink (2020).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti