settenote

Cecilia Bartoli nell’opera di Rossini “Le Comte Ory”

In tour europeo la lituana Mirga Gražinyt-Tyla

di Angelo Curtolo


default onloading pic
Mirga Gražinytė-Tyla

1' di lettura

Una rara occasione di musica in un Italia con i teatri chiusi; poi di nuovo via oltralpe per ascoltare una giovane donna direttrice, per concludere nel micro-clima di Monte-Carlo con viaggi a sorpresa e dive dell'Opera.

La lituana Mirga Gražinyt-Tyla è uno dei giovani direttori talentosi, dal 2016 alla testa della City of Birmingham Symphony Orchestra; formazione che ha avuto direttori come Simon Rattle e Andris Nelsons. Adesso è in tour europeo, tra cui Monaco e Parigi. Li attendiamo al Lac di Lugano il 23 marzo, fra Caikovskij e Brahms, con la pianista Gabriela Montero (luganolac.ch).

Dalle atmosfere tedesche alla musica francese, a Monte-Carlo per il Printemps des Arts. Il 13 all'Auditorium al via il Festival, fino all'11 aprile. Uno dei temi è la musica francese alla fine del XIX secolo: apre Chausson, con l'Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo. Poi il 14, con la pianista Aline Piboule, scopriamo autori vissuti negli anni di Debussy, ma oscurati dalla sua fama: Aubert, Decaux, Ferroud, Samazeuilh. Il 15 viaggio-sorpresa, non si sa dove si arriverà né che musica si ascolterà .

Intanto, all'Opéra dal 22 al 28 la divertente opera di Rossini Le Comte Ory, con una star come Cecilia Bartoli, dirige Capuano con le Musiciens du Prince-Monaco.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...