settenote

Cecilia Bartoli in un “viaggio transgender tra personaggi diversi”

Il celebre mezzosoprano è a Firenze al Teatro del Maggio

di Angelo Curtolo

default onloading pic

Il celebre mezzosoprano è a Firenze al Teatro del Maggio


2' di lettura

Ritorno a sorpresa a Firenze, dopo lungo tempo, della star del canto Cecilia Bartoli, con i suoi autori settecenteschi favoriti. Mentre Vasco Brondi and friends suonano a favore di tutti i lavoratori “invisibili” dello spettacolo dal vivo.


Firenze

L'8 al Teatro del Maggio troviamo il mezzosoprano Cecilia Bartoli, con l'ensemble dei Musiciens du Prince-Monaco, direttore Gianluca Capuano. Un bel programma, con arie dalle opere del grande Settecento di Händel, Porpora, Vivaldi. “E' un viaggio transgender tra personaggi diversi”, commenta la celebre cantante, “Del resto questo è il Teatro, un gioco di travestimenti. E sarà un'esperienza spettacolare, perché in queste arie la mia voce si troverà a duettare in bravura con svariati strumenti, dall'oboe alla tromba al flauto”.

Scandiano (RE)

Il 9 in piazza Fiume Vasco Brondi con i suoi Talismani per tempi incerti,dove Brondi torna dal vivo, dopo Le Luci della Centrale Elettrica. Saranno canzoni (sue e di altri), poesie, letture e riflessioni, con ospiti come Francesco Bianconi, frontman dei Baustelle; Paolo Cognetti, Premio Strega 2017; Claudia Durastanti, finalista Premio Strega 2019; Margherita Vicario, cantautrice e attrice; Massimo Zamboni, storico membro dei CCCP, uno dei padri del punk rock e del rock alternativo italiano. In apertura I Tre Allegri Ragazzi Morti. I proventi della serata saranno destinati a nuove attività nel settore dello spettacolo in modo da creare nuove opportunità lavorative “Per gli invisibili”, il manifesto per dare voce al settore dello spettacolo dal vivo e sollecitare iniziative per sostenerlo dopo la crisi profonda causata dal Covid-19.

Milano

E' partita la stagione al Blue Note con concerti quotidiani, fino al prossimo giugno, in questo jazz club con ristorante. Questa settimana, fra gli altri, il 6 il giovanissimo piano di Emmet Cohen, finalista del “Thelonius Monk Jazz Competition”. Il 7 la voce di Hailey Tuck, il cui debutto a New York è stato un successo di pubblico e di critica. Il 9 i Dirotta su Cuba, con la loro musica funk-pop. Il 10 la cantante afroamericana Joyce Elaine Yuille con “The Soul of Porter”, dedicato ai classici di Cole Porter. L' 11 arriva il Sergio Caputo Trio, con il suo stile che unisce la canzone italiana al jazz.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti