FINTECH

Cedacri passa al gruppo Ion, Fsi pronto a reinvestire

Fsi, che reinvestirà, ha annunciato un accordo per la cessione del 27% in Cedacri, insieme alle altre banche azioniste che detengono il restante 73%

di Carlo Festa

4' di lettura

Il gruppo Ion Investment, fondato dall’imprenditore Andrea Pignataro, rileva il controllo di Cedacri, principale operatore in Italia di piattaforme di core banking software e servizi IT per banche e istituzioni finanziarie.

Nella notte l’annuncio ufficiale, dopo l’anticipazione del Sole 24 Ore di ieri. Ion Investment è diventato il nuovo partner industriale di Cedacri, in seguito alla significativa crescita supportata dall'investimento di Fsi. Quest’ultimo gruppo, guidato da Maurizio Tamagnini, prevede di reinvestire in Cedacri come socio di minoranza di Ion,quasi raddoppiando l'attuale capitale investito.

Loading...

Ion Investment è uno dei principali fornitori di soluzioni software e di elaborazione dati per il settore finanziario a livello globale. La partnership con Ion accelera ulteriormente il piano di Cedacri di diventare la principale piattaforma di core banking per leistituzioni finanziarie in Italia e all'estero.

Quella di Cedacri negli ultimi anni, sotto la guida di Corrado Sciolla, è una storia di crescita. Con il supporto di Fsi, un nuovo management team ha guidato la trasformazione e la crescita della società, attraverso l'acquisizione di nuovi clienti e l'integrazione di Oasi e CAD IT, aziende leader nel settore fintech.

Nel dettaglio, all’interno dell’operazione, Fsi ha annunciato la firma di un accordo vincolante con Ion per la cessione della propria partecipazione azionaria del 27% in Cedacri, insieme alle altre banche azioniste che detengono il restante 73% del capitale. Fsi, attraverso il fondo Fsi I, ha investito in Cedacri neldicembre 2017. La partnership con Ion, gruppo fintech leader globale nel software e nell’analisi dati per il settore finanziario, ha l'obiettivo di sviluppare ulteriormente le potenzialità della società, facendo leva sulle avanzate competenze tecnologiche di Ion esulle potenziali sinergie commerciali.

Nell'ambito del proprio investimento, e in stretta cooperazione con le banche azioniste, Fsi ha favorito in questi anni il rafforzamento del management team di Cedacri, in particolare con la nomina di Corrado Sciolla come Amministratore Delegato. Con la nuova leadership e una governance più snella, Cedacri ha accelerato un percorso di crescita organica e inorganica raggiungendo traguardi significativi. A febbraio 2019 ha completato l'acquisizione da Nexi di Oasi, azienda leader nel software per antiriciclaggio e segnalazionidi vigilanza. A novembre 2019, Cedacri ha completato l'acquisizione di CAD IT, azienda leader nel software per l'area finanza el'intermediazione titoli. Nel maggio 2020, nonostante le sfide legate alla prima fase della pandemia, la società è stata in grado di completare la migrazione della piattaforma IT di Deutsche Bank Italia verso la piattaforma core banking di Cedacri:una delle più grandi migrazioni mai avvenute in Italia verso una piattaforma di core banking indipendente.

Nel 2020 la società ha raggiunto oltre 400 milioni di ricavi e oltre 100 milioni di Ebitda run-rate; un risultato più che raddoppiato dalla data dell'investimento di Fsi. Alla base di tale crescita vi è stato l'efficace riposizionamento strategico dell'azienda, conseguente allamigrazione di Deutsche Bank Italia e alle acquisizioni di Oasi e Cad It, finanziate attraverso l'utilizzo mirato della leva finanziaria, resopossibile dalla scelta di Fsi di non indebitare l'azienda al momento dell'investimento.

La società ha significativamente aumentato il numero di dipendenti a circa 2.400 persone (rispetto a 1.500 pre-investimento Fsi), raggiungendo inoltre importanti obiettivi Esg, come il 100% dell'approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili certificate. FSI ritien eche Cedacri abbia ancora un significativo potenziale di crescita inespresso e continuerà a sostenere la società, coerentemente con il suo approccio di partnership di lungo periodo, prevedendo di reinvestire come socio di minoranza di Ion quasi raddoppiando l'attuale capitale investito.

Maurizio Tamagnini, Ceo di Fsi, ha commentato: «Abbiamo investito in Cedacri, certi del suo potenziale di crescita e dell'importanzastrategica della società per l'intero sistema finanziario italiano. Il team di FSI, dopo i precedenti investimenti di successo in SIA (sistemidi pagamento) e Metroweb (infrastrutture di rete a banda larga), ha dimostrato ancora una volta la capacità e le competenze perfacilitare la crescita di un campione digitale e tecnologico italiano, accompagnandolo verso la leadership di mercato a livello nazionalee internazionale. Cedacri, SIA e Metroweb sono chiari esempi in cui l'ingresso nel capitale di un investitore come FSI, con un approcciopaziente e di partnership, rappresenti un fattore abilitante per sviluppare il potenziale dell'azienda, accelerare la crescita, creareoccupazione ed espandersi in modo sostenibile. FSI continuerà a sostenere le aziende tecnologiche italiane come Cedacri, conl'obiettivo di creare operatori leader per lo sviluppo di lungo termine di verticali digitali che svolgono un ruolo strategico perl'economia italiana».

Barnaba Ravanne, Cio di Fsi, ha aggiunto: «Siamo soddisfatti del risultato del nostro investimento e orgogliosi di aver trovato unpartner di assoluto valore per la prossima fase di crescita di Cedacri. Vorremmo ringraziare i nostri partner, le banche azioniste, perla grande collaborazione, e soprattutto Corrado Sciolla e il suo team per l'eccezionale esecuzione del piano sotto la sua guida».

«Questa operazione rafforza il posizionamento di mercato di Cedacri - ha commentato Corrado Sciolla, CEO di Cedacri. “Cedacri entraa far parte del gruppo ION, azienda fintech leader internazionale nello sviluppo di software e analisi dati per grandi istituzionifinanziarie, banche centrali e grandi corporation. L'obiettivo è quello di dar vita a un'azienda ancora più solida e forte, saldamenteinserita in un network globale, coniugando il valore delle nostre competenze distintive con una maggiore dimensione strategica eoperativa. Un notevole progresso realizzato grazie al contributo fondamentale di FSI che, essendo il maggiore azionista, haaccompagnato con grande competenza e passione Cedacri nella crescita e nelle trasformazioni degli ultimi anni».

Deutsche Bank e Pedersoli Studio Legale hanno agito, rispettivamente, come advisor finanziario e legale di Fsi e di tutte le banche azioniste.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti