AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùOfferte pubbliche

Cerved, parte l'Opa di Ion. Il mercato già scommette su un rilancio del prezzo

Il cda ritiene non congrua l'offerta presentata dalla cordata guidata da Andrea Pignataro

di Flavia Carletti

(Imagoeconomica)

2' di lettura

Nel primo giorno dell'Opa di Ion, i titoli Cerved Information Solutions continuano a viaggiare sopra il prezzo dell'offerta giudicato «non congruo» dal cda. A Piazza Affari Cerved, gruppo di dati e informazioni per le aziende, è ormai a 10 euro, quando il prezzo dell'Opa è pari a 9,5 euro, con un premio del 18% rispetto al prezzo di chiusura del titolo il giorno prima dell'annuncio dell'offerta. Il periodo per aderire all'opa si chiude il 5 agosto prossimo.

Il cda di Cerved - sulla base delle valutazioni degli advisor - ha indicato che il prezzo riconosciuto dall'opa «non è congruo» e «non remunera adeguatamente gli azionisti» perché non incorpora il valore prospettico delle azioni atteso dall’esecuzione del piano industriale e, inoltre, «preclude agli azionisti l’accesso ai benefici attesi dalla possibile cessione di Cerved Credit Management Group» per i quali c'è una trattativa con alcuni fondi di private equity. Per il cda inoltre la valutazione fatta dall'offerente non riflette le sinergie derivanti dall'integrazione di Cerved nel gruppo Ion fondato da Andrea Pignataro.

Loading...

Gli analisti di Equita hanno ribadito questa mattina il giudizio "buy" sul titolo Cerved «ritenendo possibile che ci possa essere un rilancio» alla luce di tre fattori: «l'interesse strategico di Ion a ottenere una quota di controllo in Cerved (e potenzialmente raggiungere il delisting); il fatto che, qualora Ion dovesse ottenere al termine dell'offerta una quota compresa tra il 10% e il 50%, il titolo continuerebbe a godere di appeal speculativo con il prezzo d'Opa diventato riferimento per il prezzo di mercato; il titolo tratta già al di sopra del prezzo d'Opa». Il prezzo obiettivo resta a 9,2 euro ma, precisano gli esperti, è stato «definito prima del lancio dell'offerta» e «riflette esclusivamente una valutazione fondamentale, su cui riteniamo sia tuttavia necessario applicare un premio per il controllo».

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti