val d’aosta

Cervinia, al via il 20 giugno la lunga stagione dello sci estivo

Si potrà sciare sul ghiacciaio di Plateau Rosà (3.500 metri di quota) fino al 27 settembre e per chi preferisce la bicicletta ci sono più di 1.000 chilometri tra itinerari sterrati e sentieri asfaltati

di L.Ben.

default onloading pic
(ANSA)

Si potrà sciare sul ghiacciaio di Plateau Rosà (3.500 metri di quota) fino al 27 settembre e per chi preferisce la bicicletta ci sono più di 1.000 chilometri tra itinerari sterrati e sentieri asfaltati


2' di lettura

Dopo un inizio mese difficile, continuano le riaperture in Val d’Aosta pronta a riaccogliere i turisti. Se le grandi strutture alberghiere apriranno a luglio, (come Hermitage Hotel & Spa, Breuil Cervinia dal 10 luglio) altre soluzioni come le case in affitto e i b&b sono già operativi. Da sabato 20 si torna anche a sciare sulle pendici del Cervino. La stagione dello sci estivo sul ghiacciaio di Plateau Rosà (3.500 metri di quota) proseguirà fino al 27 settembre.

“Apriamo con anticipo e prolunghiamo l'apertura in settembre rispetto a quanto comunicato inizialmente” sottolinea Federico Maquignaz, presidente della società Cervino spa. Speriamo così di dare a tutti la possibilità di scegliere il periodo delle proprie vacanze su un arco temporale più ampio e di consentire agli appassionati di fruire di una stagione sciistica più lunga”. Tutti i giorni resteranno aperti i tre tronchi di funivia che consentono di raggiungere la ski-area del ghiacciaio, in territorio svizzero.

Loading...

A Plateau Rosà per gli appassionati di snowboard e freestyle sarà in funzione il “Gravity Park”, la più grande struttura delle Alpi su ghiacciaio, dotata di Half Pipe e Big Air, oltre a diversi rail e kicker.

VALLE D'AOSTA-MTB Pila (foto Fabrizio Charruaz archivio Bike Club VdA)

Mountain bike per tutti: 1000 km per principianti ed esperti

La regione è anche famosa per i tanti itinerari (1000 km tra itinerari sterrati e sentieri asfaltati) per gli appassionati di mountain bike a cominciare dal Bike Park del Cervino, i cui tracciati da enduro arrivano sino in paese. A La Thuile, bisognerà aspettare il 4 luglio per utilizzare gli impianti di risalita, fino a fine di agosto, e raggiungere i 220 km di itinerari che formano la MTB Natural Trail Area. Per raggiungerli si possono prendere le due seggiovie Bosco Express e Chalet Express, appositamente predisposte per il trasporto delle MTB insieme ai pedoni, che partono da La Thuile e arrivano a 2500 mt di quota.

Pila offre invece itinerari che spaziano da 2.700 a 600 m. di quota (Aosta) che soddisfano sia chi cerca il piacere di passeggiare in bicicletta, sia le aspettative di chi vuole tracciati tecnici. Qui dal 27 giugno tutti i giorni, sarà riaperta la telecabina Aosta-Pila che collega comodamente le due località ed è il punto di partenza di diversi percorsi per bici o trekking. A Torgnon, situato a 1.489 metri di altitudine, è consigliabile provare il Tour degli alpeggi, che inizia e termina nell'area di Plan Prorion.

La mappa dei circuiti in Val d’Aosta

Cogne, nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso, offre anch’essa un'estesa rete di sentieri e percorsi immersi nella natura per praticare sport all'aria aperta ed escursioni in mountain bike. Tra questi un itinerario molto suggestivo è quello che porta all'altopiano di Sylvenoire e alle cascate di Lillaz.

Un classico da scoprire per i ciclisti più esperti e avventurosi che visitano la Val d'Ayas per la prima volta è il percorso della Monterosa Prestige, in versione “soft”, con mountain bike o e-bike, o hard, con partenza da Brusson. La versione soft è lunga 52 km e presenta un dislivello di 2038 m, mentre la versione più “estrema” si estende lungo 91 km, con un dislivello di 3254 m.


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti