orologi

Chanel e il «cubo magico» per conoscere il nuovo J12

Il Sole 24 Ore di oggi dedica otto pagine alle novità del mondo delle lancette

di Giulia Crivelli


default onloading pic

2' di lettura

Per l’alta orologeria, è la novità più importante del 2019 di Chanel: è il J12, modello in acciaio e ceramica ad alta resistenza bianca o nera, che da quest’anno ha un nuovo movimento di manifattura a carica automatica, «calibro 12.1». Del modello originale – presentato nel 2000 e da allora best seller di Chanel e acquistato da donne ma anche da uomini – il “nuovo” J12 mantiene le dimensioni (38 millimetri il diametro della cassa) e altre caratteristiche tecniche, come l’impermeabilità a 200 metri. Ma chi lo indossa ha un privilegio in più, oltre alla precisione portata quasi all’esasperazione (il claim è Decisive seconds). Sul retro della cassa (nella foto, il lato B della versione in ceramica nera,) c’è un vero e proprio oblò, che permette di osservare quel piccolo spettacolo di ingegneria artigianale, o diartigianalità ingegneristica, che è il funzionamento di un orologio meccanico.

Orologi, le vendite tornano a crescere. Ecco i nuovi modelli per l’estate

Il mondo Chanel a Milano
Il nuovo J12 parte da un valore di 5.300 euro e per il lancio a Milano, dove Chanel ha un flagshipstore in via Sant’Andrea, nel quadrilatero della moda, fino a domenica è previsto un evento speciale: la maison ha allestito una sorta di cubo magico in Galleria Vittorio Emanuele, nella parte che porta direttamente in piazza del Duomo, dove si trova la boutique Chanel dedicata a cosmetica e profumi, anche in questo caso un’iniziativa fatta per Milano e pochissime altre città nel mondo, vista l’importanza della città, storicamente, per la maison.

Aperto a tutti
Fino a domenica 7 luglio, dalle 10 alle 20, tutti potranno vedere la presentazione multimediale del J12 (nella foto, fronte e retro del modello bianco e di quello nero), per la quale sono coinvolte – anche nella versione online del lancio – testimonial e ambassador storiche del brand, da Carole Bouquet a Claudia Schiffer, amica e musa del direttore creativo di Chanel Karl Lagerfeld, scomparso il 19 febbraio. Curiosa la testimonianza di Ali McGraw, indimenticabile interprete del film Love Story, che nel 1965, a soli 22 anni, venne scelta da Coco Chanel come volto della fragranza più famosa del mondo (oggi come allora). «Penso che il secondo decisivo della mia carriera sia stato quando mi hanno chiesto di posare per la pubblicità di Chanel N°5», racconta Ali McGraw in uno dei video proiettati in Galleria. Per acquistare l’orologio, si dovrà camminare fino al quadrilatero, ma il cubo è il teaser (di lusso) perfetto.

All’interno del Sole 24 Ore di oggi, otto pagine dedicate al mondo delle lancette: dati economici, scenari e approfondimenti dalle aziende di punta.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti