integrazione verticale

Chanel fa shopping in Toscana

La maison francese ha acquistato la conceria Samanta di San Miniato (Pisa), specializzata in «rettile stampato»

di Silvia Pieraccini


default onloading pic

2' di lettura


I grandi marchi della moda hanno cominciato da tempo a stringere i rapporti di filiera acquisendo fornitori strategici, soprattutto nel comparto della pelletteria dove hanno inglobato produttori di borse e portafogli. Al settore conciario, che sta ancora più a monte nella filiera pelle, finora avevano guardato in pochi, tanto che nel distretto di Santa Croce sull’Arno (Pisa), leader nella concia di pelli per il sistema moda, l’unico caso, ormai storico, è quello di Gucci che nel 2001 acquisì il 51% della conceria Caravel di Castelfranco di Sotto, specializzata nei pellami esotici per l’alta moda (coccodrillo, alligatore, pitone e rettili), e nel 2008 è salito al 100% del capitale.

La scelta di Chanel a San Miniato (Pisa)
Ora tocca a Chanel, la maison francese che fa capo ai fratelli Alain e Gerard Wertheimer, che ha appena comprato la conceria Samanta di San Miniato (Pisa), azienda della famiglia Gronchi che nel 2017 ha fatturato 15,3 milioni con 1,6 milioni di utile.
La motivazione in questo caso si lega alla scelta annunciata pochi mesi fa dalla casa di moda: non usare più pelli esotiche nelle collezioni. In quest’ottica guardare alla conceria Samanta è stato naturale per Chanel, visto che l’azienda toscana - una delle realtà storiche del distretto, oggi gestita da Jacopo Gronchi, figlio del fondatore Attilio - è riconosciuta come leader nella concia di pelli di vitello stampate con effetto-rettile, e si sta espandendo in questo segmento (nella foto in alto, tre esempi di pelle conciata da Samanta).

Know-how nello “stampato”
«Samanta è la numero uno per lo stampato rettile», conferma il presidente dei conciatori di Santa Croce, Alessandro Francioni. Samanta peraltro era già uno dei fornitori di Chanel e, come dichiarato dalla maison, continuerà a lavorare anche per altri marchi. «Samanta continuerà a sviluppare la sua offerta unica, il cui valore è riconosciuto dai più grandi nomi del lusso», ha fatto sapere Chanel che con questa operazione fa il bis di acquisizioni conciarie nell’ultimo anno: nel settembre scorso ha acquisito la conceria spagnola Colomer.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...