innovazione

Chanel scommette sulla sostenibilità

di Marika Gervasio


default onloading pic

1' di lettura

Chanel Parfum Beauté ha acquisito una partecipazione nella start-up finlandese Sulapac, start-up finlandese che produce bioplastiche e biopackaging, inserita nella classifica delle top 100 start-up europee da Wired.

L’azienda ha sviluppato un materiale biodegradabile e senza microplastiche utilizzando legno certificato Fsc tenuto insieme da un legante naturale, compostabile in impianti industriali e trasformabile in imballaggi e altri articoli di largo consumo con impianti esistenti per la lavorazione delle materie plastiche.

«Chanel è uno dei precursori del segmento lusso a investire su materiali bio e innovazione tecnologica» commenta Suvi Haimi, ceo e co-fondatore di Sulapac. Ed è anche il primo investitore del settore cosmetico nella start-up finlandese. Il valore dell’operazione e la quota di partecipazione non sono stati resi noti dalla maison francese, ma denotano il suo crescente interesse verso la tutela dell’ambiente.

«Lo sviluppo dei nostri packaging risponde a un impegno di sostenibilità che stiamo seguendo secondo il principio dell’eco-design – comunicano da Chanel Parfums Beauté –. Sulapac ha trovato una soluzione a un problema globale come l’accumulo di plastiche non biodegradabili e risponde al crescente desiderio dei consumatori di trovare prodotti o imballaggi che rispettino l’ambiente».

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...