Il terzo a mRNA

Che fine ha fatto il vaccino tedesco CureVac? Tutto rinviato a fine agosto

Secondo indiscrezioni il ritardo sarebbe dovuto a complicazioni nell’ambito degli studi clinici. Nessuna conseguenza sulla campagna, assicura l’Ue

di Nicola Barone

Coronavirus, i vaccinati all’11 giugno 2021

2' di lettura

La richiesta in previsione sempre maggiore dei vaccini che utilizzano molecole di acido ribonucleico messaggero (mRNA) accende l’interesse sul momento di ingresso nell’uso di CureVac. Atteso inizialmente per maggio, il momento decisivo potrebbe ora slittare ad agosto, secondo indiscrezioni in arrivo dalla Germania. La Commissione europea sta interagendo con l’azienda biotech di Tubinga che ha sviluppato il terzo preparato anti Covid della stessa tecnologia di BioNTech/Pfizer e Moderna.

Ue, il rinvio non intacca la campagna

A spostare in avanti la linea del traguardo è stato per primo il ministro tedesco Jens Spahn, alla conferenza dei responsabili della sanità dei Laender. I tempi si sono allungati a causa di complicazioni nell’ambito degli studi clinici. Secondo Business Insider, il primo a pubblicare le indiscrezioni poi confermate anche da altri media, mancherebbe ancora un numero adeguato di partecipanti allo studio. In ogni caso, un ritardo sul mercato del vaccino di CureVac - che si trova già all’esame di Ema - non sarebbe un problema per il raggiungimento del target nell’Unione.

Loading...

Per quanto riguarda il dispiegamento delle vaccinazioni «noi riteniamo che verrà consegnato un numero sufficiente di dosi per raggiungere il 70% della popolazione adulta dell’Ue» vaccinata entro fine luglio, ha spiegato il portavoce della Commissione europea per la Salute Stefan de Keersmaecker. «In ogni caso è una cosa su cui continuiamo a lavorare con i produttori, con cui abbiamo accordi di acquisto anticipato, e nel comitato direttivo. Siamo in contatto con tutte le compagnie con cui abbiamo firmato accordi, anche con CureVac, per discutere dello stato delle cose».

Da febbraio i dati di CVnCoV all’Ema

Stando alle informazioni rese note dall’azienda produttrice, CureVac ha iniziato lo sviluppo di candidati vaccini contro il Covid nel gennaio 2020. Quello scelto per il primo sviluppo clinico, CVnCoV, è uno a mRNA ottimizzato, non modificato chimicamente, che codifica la proteina Spike stabilizzata in prefusione del virus SARS-CoV-2 e formulata in nanoparticelle lipidiche (LNP). Gli studi clinici di fase 1 e 2a di CVnCoV sono iniziati rispettivamente a giugno e settembre 2020.

I dati provvisori di fase 1 riportati nel novembre 2020 hanno mostrato che CVnCoV è stato generalmente ben tollerato in tutte le dosi testate e ha indotto forti risposte anticorpali oltre alla prima indicazione di attivazione delle cellule T. La qualità della risposta immunitaria era paragonabile a quella dei pazienti guariti, imitando da vicino la risposta immunitaria dopo l’infezione naturale.

Nel dicembre 2020, CureVac ha iniziato la fase 3 che precede la vera e propria commercializzazione della molecola come farmaco. E a febbraio di quest’anno è stato dato inizio alla presentazione dei dati per l’approvazione presso l’agenzia europea Ema.

Un’esperienza ventennale nel settore di ricerca

CureVac è un’azienda biofarmaceutica globale nel campo della tecnologia dell’RNA messaggero (mRNA), con più di 20 anni alle spalle di impegno nello sviluppo e nell’ottimizzazione della versatile molecola biologica per scopi medici. Il principio della tecnologia proprietaria di CureVac è l’uso di mRNA non modificato chimicamente come vettore di dati per istruire il corpo umano a produrre le proprie proteine in grado di combattere una vasta gamma di malattie. Sulla base della sua tecnologia proprietaria, l’azienda ha costruito una profonda pipeline clinica nelle aree dei vaccini profilattici, delle terapie del cancro, delle terapie anticorpali e del trattamento delle malattie rare.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e delle azioni di contrasto è mostrato in due mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia di nuovi casi, morti, ricoverati e molte infografiche per una profondità di analisi.
La mappa dei vaccini in tempo reale mostra l’andamento della campagna di somministrazione regione per regione in Italia e anche nel resto del mondo.
Guarda le mappe in tempo reale: Coronavirus - Vaccini

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi, di saperne di più dall’andamento alle cause per proseguire con i vaccini. Su questi temi potete leggere le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Ecco tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui potete iscrivervi alla newsletter


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti