ristorazione

Chef Express investe 6 milioni nella storica area di servizio di Novara

di Filomena Greco

2' di lettura

Un investimento da 6 milioni di euro, il più alto per una singola stazione di servizio. Il progetto è firmato da Chef Express, Gruppo Cremonini, che ha inaugurato la nuova area «a ponte» all’altezza di Novara, lungo la A4 Torino-Milano. Chef Express – 512 milioni di fatturato nel 2016 – gestisce 51 aree di servizio in tutta Italia. La struttura di Novara, in particolare, ha 120 addetti e 11 milioni di fatturato: qui dunque si sperimenta il nuovo format per la ristorazione «on the road». Tra le novità, una nuova identità per il market e spazi per la ristorazione rinnovati.

Per Cristian Biasoni, amministratore delegato di Chef Express, «il progetto realizzato ha introdotto un sistema di customer experience innovativo per la ristorazione autostradale», con l’obiettivo di creare un ambiente accogliente e insieme coinvolgente, che valorizza la dimensione esperienziale.

Loading...

In campo dunque i nuovi format di ristorazione con servizio al tavolo e una nuova identità per l’area market, “Chef Store”, con percorsi slow o fast e con un’area dedicata ai prodotti regionali, grazie all’accordo tra Chef Express e la Filiera Agricola Italiana spa, promossa da Coldiretti, con 60 aziende coinvolte nel quadro delle iniziative di Campagna Amica.

Sette le proposte tra retail e ristorazione proposte: sul ponte sono ospitati la coppia di ristoranti Burgery – hamburgher restaurant gourmet che offre carni di qualità, con servizio al tavolo, sull’esperienza di Roadhouse – e Oltre Gusto, con le ricette d’autore dello Chef Roberto Valbuzzi. Al piano terra in direzione Torino c’è il bar caffetteria Lavazza Etigua (presidi slow food di Etiopia e Guatemala) accanto a Gourmé, corner di «salsamenteria» realizzato in partnership con Italia Alimentari e focalizzato su salumi, formaggi, prodotti tipici e vini locali. In direzione Milano sono presenti la pizzeria Pomodoro&Mozzarella e infine JuiceBar, il format di healthy food che propone prodotti freschi pronti o da asporto.

Un’area simbolo quella di Novara, dove nel 1947 Mario Pavesi aprì la prima area di ristoro sulle autostrade italiane. In totale 4.620 metri quadri di superficie, oltre 1.300 dedicati all’area commerciale, con oltre 16 milioni di veicoli in transito ogni anno in entrambe le direzioni.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti