al secondo mandato

Chi è Arno Kompatscher, il presidente della Provincia di Bolzano che ha aperto alla Lega

di Andrea Gagliardi e Andrea Marini

(ANSA)

3' di lettura

Primo passo verso la giunta Kompatscher bis oggi in consiglio provinciale a Bolzano. Il governatore Svp - il Partito Popolare Sudtirolese, che rappresenta gli interessi dei gruppi linguistici tedesco e ladino dell’Alto Adige/Südtirol - è stato riconfermato alla guida della Provincia autonoma con 19 sì e 16 no. Arno Kompatscher guiderà una giunta di Svp e Lega, che si presenterà in aula per il voto di fiducia il 25 gennaio. Si interrompe così, dopo 25 anni, la collaborazione della Volkspartei con il centrosinistra, un matrimonio che sembrava indissolubile ancora questa primavera, quando alle politiche a Bolzano è stata eletta - con i voti del partito di raccolta dei sudtirolesi - l’ex ministra Pd Maria Elena Boschi.

L’accordo con la Lega
Per la Lega si apre il governo di un’altra amministrazione del Nord, dopo la provincia di Trento, il Friuli Venezia Giulia, il Veneto, la Lombardia e la Liguria. E a maggio si voterà in Piemonte. Con il Carroccio a Bolzano è stato stipulato comunque solo un accordo “tecnico”, visti i mal di pancia dell’ala sociale della Svp che tradizionalmente è legata alla socialdemocrazia europea. Alleati a Bolzano, Svp e Lega, questo è già certo, si presenteranno però separati alle Europee. A maggio, alle Europee la Svp potrebbe perciò presentarsi con Forza Italia, come fanno pensare primi colloqui con Antonio Tajani.

Loading...

Le origini di Kompatscher
Kompatscher è il regista di questo cambio di rotta. Maturità scientifica nel 1990 a Bolzano, servizio militare negli Alpini, tra il 1991 e il 1997 studia giurisprudenza presso le università di Innsbruck e Padova, lavorando nel frattempo come lattoniere e fabbro nell’azienda di famiglia. Dopo la laurea, insegna diritto ed economia in alcuni istituti superiori di Bolzano e nel 1998 è nominato capo dell’ufficio legale e dei contratti del comune di Castelrotto/Kastelruth, carica che ricopre fino al 2004, quando diviene presidente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato della società Cabinovia Siusi - Alpe di Siusi spa, incarichi che mantiene fino al 2013.

La carriera nella Svp
Frattanto entra a far parte della Südtiroler Volkspartei (Svp). Dal 2000 al 2005 è vicesindaco di Fiè allo Sciliar/Völs am Schlern, dove è nato nel 1971, e membro del consiglio della Comunità comprensoriale Salto-Sciliar. Nel 2005 è eletto sindaco del comune natale Fiè allo Sciliar/Völs am Schlern, carica a cui viene riconfermato nel 2010. Nel 2011 diviene presidente del Consorzio dei comuni dell’Alto Adige e del relativo Consiglio dei comuni, mentre nel 2012 è nominato responsabile del comitato per le politiche comunali della Svp.

Presidente della provincia per la prima volta
Nel 2013 si candida alle primarie indette dal suo partito per scegliere il nuovo esponente da presentare come capolista (e candidato presidente de facto, in quanto tale elezione spetta poi al consiglio provinciale) alle elezioni provinciali. Kompatscher vince largamente la tornata, con l’82,8% dei consensi. A seguito delle elezioni provinciali, il 9 gennaio 2014 viene eletto presidente della provincia autonoma di Bolzano dal consiglio provinciale, in alleanza con il Pd (in base allo statuto della provincia, al governo non può esserci un partito solo rappresentante di un unico gruppo linguistico, anche se ha la maggioranza assoluta).

Kompatscher: io garante valori fondamentali
«Sarò io il garante dei valori fondamentali, ai quali resteremo fedeli per fare una politica a favore dei cittadini» ha detto Kompatscher presentandosi al voto di fiducia in consiglio provinciale di Bolzano. L’elezione della giunta è invece
prevista per il 25 gennaio. Kompatscher ha ribadito di voler rappresentare tutti e che «sicurezza significa anche sicurezza sociale. Nessuno deve restare indietro». In base allo statuto della Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol, Kompatscher , in quanto presidente della Provincia di Bolzano, sarà per metà legislatura anche presidente della Regione (l’altra metà del mandato la carica spetterà al presidente della Provincia di Trento).

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti