ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTLC

Chi è Matthaiou, il 40enne scienziato greco che la Ue finanzia per studiare il 6G

Nato nel 1981 a Salonicco, è professore di ingegneria delle telecomunicazioni alla Queen’s University di Belfast in Irlanda del Nord. Sostiene che nel 2025 nel mondo ci saranno tra i 50 e i 70 miliardi di devices mobili e «bisogna capire come dare risposta a queste necessità».

di Alessandro Graziani

Entro fine 2020 accesso al 5G per 1 miliardo di persone

3' di lettura

Il primo gennaio 2021 prenderà il via, con la leadership della finlandese Nokia, il progetto Hexa-X che guiderà l'Unione Europea verso la tecnologia 6G che dovrebbe essere disponibile dal 2030. Ma accanto all'iniziativa di punta nella ricerca industriale, la Ue sta finanziando una serie di studi per valutare le future necessità di tecnologia wireless a livello globale.

Uno è affidato al team guidato dal 39enne Michalis Matthaiou, greco di Salonicco, docente di ingegneria delle telecomunicazioni e ...

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti