verso il consiglio dei ministri

Chi è Minenna, l’economista scelto dal governo per guidare l’Agenzia del Demanio

Ex assessore al Bilancio del Comune di Roma nella giunta Raggi è stato vicino alla nomina di presidente Consob

di Andrea Marini

default onloading pic
Marcello Minenna verso l’agenzia del Demanio

Ex assessore al Bilancio del Comune di Roma nella giunta Raggi è stato vicino alla nomina di presidente Consob


2' di lettura

Marcello Minenna è il nome che il governo è pronto a fare nel consiglio dei ministri per la guida dell’Agenzia del Demanio. Già membro della segreteria tecnica del prefetto Francesco Paolo Tronca, quando quest’ultimo fu nominato commissario straordinario del Comune di Roma, è stato poi per qualche mese super assessore al Bilancio della sindaca Virginia Raggi. Il suo nome era stato fatto in passato anche come possibile nuovo presidente della Consob. È anche collaboratore del Sole24Ore.

Gli inizi in Consob
Marcello Minenna, nato a Bari nel 1971, nel 1994 si laurea in Economia all’Università Bocconi. Dopo una breve esperienza nel Market Research Department della Procter & Gamble, nel 1996 entra a far parte dell'Ufficio Ispettorato della Consob. Dirigente dal 2009, è stato promosso a Direttore nel 2015.

L’esperienza in Campidoglio
Il commissario straordinario di Roma Capitale, il prefetto Francesco Paolo Tronca lo ha voluto nel 2015 come membro della propria segreteria tecnica. Qui ha curato il censimento degli immobili del Comune da cui hanno preso impulso gli accertamenti sull’Affittopoli romana. Dal 6 luglio 2016 ha fatto parte della prima giunta di Virginia Raggi al Comune di Roma. Voluto da Luigi Di Maio in persona come figura tecnica di peso, ha assunto il ruolo di super assessore, con deleghe al Bilancio, alle Partecipate, al Patrimonio, alle Politiche Abitative e alla Spending Review. Ma l’esperienza dura poco: si dimette dopo pochi mesi parlando di «deficit di trasparenza».

L’ipotesi ritorno in Consob
Minenna, che si è sempre definito un «servitore dello Stato», torna in primo piano a inizio 2018, quando si fa il suo nome come possibile assessore al bilancio della Regione Lazio in caso di vittoria della grillina Roberta Lombardi alle regionali: «Roberta Lombardi è un’amica che stimo e sono molto contento per lei. Al momento è fuori luogo ogni altra considerazione», è stato il suo commento all’indiscrezione. Minenna invece è stato a un passo, a inizio 2019, dalla nomina a presidente Consob, sponsorizzato dallo stesso Beppe Grillo e dall’ala ortodossa del M5S. Poi, è storia, a quell’incarico fu destinato l’ex ministro Paolo Savona. Ora Minenna, sostenuto dall’ala pentastellata del governo (ma è anche molto stimato dal ministro dell’Economia Roberto Gualtieri), va verso la nomina a numero uno dell’Agenzia del Demanio.

GLI ULTIMI ARTICOLI DI MINENNA SUL SOLE24ORE:

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti