major d’asta in espansione

Christie’s e Sotheby’s, strategie per crescere nonostante il Covid

La casa d'aste di Pinault stringe partnership con China Guardian, la società di Patrick Drahi fa leva sulle gallerie e offre una piattaforma digitale

di Maria Adelaide Marchesoni

default onloading pic

La casa d'aste di Pinault stringe partnership con China Guardian, la società di Patrick Drahi fa leva sulle gallerie e offre una piattaforma digitale


4' di lettura

Christie's e Sotheby's , le due case d'aste rivali, hanno avviato strategie di sviluppo e partnership che forse non avrebbero avuto luogo se non ci fosse stato il lockdown a causa del Covid-19. Christie's ha annunciato una partnership con la seconda casa d'aste cinese China Guardian Auction per avviare dal prossimo settembre a Shanghai, '2020+' la prima collaborazione tematica tra le due case d'aste. Attraverso una serie di vendite e mostre, “2020+” offrirà ai collezionisti un dialogo culturale tra antico e moderno, tra Oriente e Occidente, rafforzando le competenze delle due case d'aste per sfruttare al meglio il mercato cinese. Per conoscere il programma completo di eventi bisognerà però aspettare l'estate.

Shanghai
La scelta di avviare questa collaborazione a Shanghai, nonostante Beijing sia la piazza principale per il segmento delle aste nella Cina continentale trova una risposta nel fatto che la città sul Huangpu, nonostante sia un importante centro economico in Cina, non ha realizzato appieno il suo potenziale nel settore delle aste. Negli ultimi anni, il distretto di Shanghai West Bund si è guadagnato un posto di rilievo con l'apertura di nuove gallerie e musei. L'annuale West Bund Art & Design Fair accoglie oltre 100 gallerie da tutto il mondo, diventando una piattaforma per gli espositori internazionali di arte moderna e contemporanea.
Christie's già da tempo è presente a Shanghai sul mercato dell'arte. Nel 1994 è stata la prima casa d'aste internazionale ad aprire un ufficio di rappresentanza a Shanghai e ha tenuto la sua prima asta nel 2013. L'anno successivo, la casa d’asta ha aperto un nuovo spazio espositivo presso l'Ampire Building nello storico Bund. Tuttavia, limitata dalle norme e dai regolamenti cinesi, Christie's non è autorizzata a vendere opere d'arte o dipinti cinesi, ma annualmente tiene a Shanghai aste di arte moderna e contemporanea e liquori Moutai nelle sue due o tre vendite. Mentre China Guardian Auction che opera a Beijing e a Hong Kong, non è presente a Shanghai e la collaborazione con la società occidentale potrà fornire un migliore supporto nella regione.

Sviluppi futuri
Tuttavia c'è chi pensa che non sia una semplice collaborazione tra le due case d'asta e avanza l’ipotesi che, dopo la fase di test della partnership, possano seguire altre operazioni straordinarie che potrebbero interessare gli assetti proprietari. E a tal proposito va ricordata un'operazione di qualche anno fa e i soggetti coinvolti: nel 2016, Taikang Life Insurance , una delle maggiori compagnie assicurative cinesi fondata da Chen Dongsheng, anche fondatore di China Guardian Auction, acquisì il 13,5% delle azioni di Sotheby's diventando il maggiore azionista della casa d'aste.

Nuovi sviluppi strategici per Sotheby's
La casa d'asta di Patrick Drahi ha deciso di ampliare il raggio d'azione e ha messo a disposizione delle gallerie d'arte un mercato digitale. Sotheby's Gallery Network , così è stata chiamata la piattaforma, che comprende Gavin Brown's Enterprise, Lehmann Maupin, Jack Shainman Gallery, Luhring Augustine, Kasmin Gallery, Petzel Gallery, Sperone Westwater e Van Doren Waxter. L'accordo prevede che le gallerie riconoscano a Sotheby's una commissione fissa basata sulle vendite e che tutte le opere presentate sul sito web siano disponibili per l'acquisto esclusivamente tramite Sotheby's. Alle gallerie non sarà preclusa la possibilità di promuovere le opere con altri mezzi, ma gli acquirenti dovranno essere indirizzati sulla neo-nata piattaforma per effettuare l'acquisto. È prevista una soglia massima di prezzo per la transazione sulla piattaforma di 150.000 dollari. Per il pagamento è possibile utilizzare le carte di credito fino a 50.000 dollari e per importi superiori i bonifici bancari.

Un'altra novità, sempre in tema di vendite, è il lancio di In Confidence: Selected Masterpieces , una vendita ibrida che combina i vantaggi di una private sale con quelli di un'asta. I risultati delle offerte rimarranno però riservati e a monitorare questo processo di offerta sarà chiamato un revisore indipendente. Il primo appuntamento dal 15 al 23 maggio 2020 a Honk Kong, In Confidence: Selected Masterpieces con un'ampia gamma di categorie che vanno dalle opere d'arte e dipinti cinesi all'arte moderna e contemporanea, ai gioielli e al whisky. In totale saranno offerti 13 lotti stimati in eccesso di 350 milioni di HK$, con un valore del lotto che va da 5 a 70 milioni di HK$.
Se da un lato la casa d'asta amplia il modello di business offrendo un servizio alle gallerie, dall'altro prosegue nella ristrutturazione della forza lavoro con l'uscita di top manager. A lasciare la casa d’asta è il vicepresidente esecutivo e presidente della divisione Fine Art di Sotheby’s Allan Schwartzman, co-fondatore insieme a Amy Cappellazzo di Art Agency Partner , entrata a far parte della casa d'aste, per rafforzare le private sale sotto la guida dell'ex ceo Tad Smith, nel 2016 per complessivi 85 milioni di dollari. l’acquisizione di AAP prevedeva contratti quinquennali per i tre titolari, ma anche Adam Chinn è uscito di scena alla fine del 2018. Designata per far crescere i servizi di consulenza è Nina del Rio, in azienda dal 1988 e dal 2003 vice presidente delle Americhe di Sotheby’s e Head of Museum, Private and Corporate Art Services, dedicato a clienti corporate come Bank of America, CBS, Citigroup, Coca-Cola e Credit Suisse.

Negli ultimi nove mesi, i dirigenti di alto livello, tra cui Tad Smith e il cfo Mike Goss, sono stati sostituiti dai dirigenti delle altre società di Patrick Drahi. A dicembre, in seguito a una riorganizzazione interna che ha separato Sotheby's in due divisioni globali, “fine art” e “lusso, arte e oggetti”, Amy Cappellazzo è stata nominata alla guida della prima.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti