mercato dell’arte

Christie’s perde Loic Gouzer, il genio delle aste

di Marilena Pirrelli


Loic Gouzer accanto al Portrait of an Artist (Pool with Two Figures) di David Hockney

2' di lettura

L’uomo di Christie’s che ha portato il “Salvator Mundi” di Leonardo da Vinci alla vetta di 450,3 milioni di dollari nel novembre di un anno fa e colui che ha supervisionato la vendita del ”Portrait of an Artist (Pool with Two Figures)” del 1972 di David Hockney, che a sua volta questo novembre ha incassato 90,3 milioni di dollari segnando il nuovo record d'asta per un’opera di un artista vivente, va via. Dopo sette anni con Christie’s Americas, Loic Gouzer ha deciso di lasciare il suo ruolo di co-chairman del Dipartimento di Post-War and Contemporary Art dalla fine dell’anno. L’esperto 38enne svizzero, famoso per la sua presenza su Instagram, ha innescato il cambiamento nella casa d’asta di Pinault da quando è arrivato nel 2011 creando una serie di aste autonome di successo come “If I Live, I'll See You Tuesday”, organizzata nel 2014 con un mix curatoriale di opere di altissimo livello spaziando su più generazioni d'artisti, “Bound to Fail” e “Looking Forward to the Past” nel 2015 superando gli steccati generazionali con nuovi record raggiunti per “Les femmes d'Alger (versione 'O')” di Pablo Picasso e “Pointing Man” di Alberto Giacometti. Nel 2013 ha collaborato con la Fondazione Leonardo DiCaprio per presentare “The 11th Hour” un'asta di beneficenza che ha raccolto 38,8 milioni di dollari per la conservazione della fauna selvatica. Ed è proprio il tema della terra a richiamarlo ad altri progetti: “Chi mi conosce – spiega Gouzer - sa che le mie due grandi passioni nella vita sono sempre state l’arte e l’ambiente. Intendo passare i prossimi mesi a concentrarmi sulla conservazione e sui problemi climatici prima di tornare nel mondo dell'arte con un nuovo progetto”. Il dipartimento di Post-War and Contemporary Art proseguirà la sua strada sotto la guida di Alex Rotter. L’amministratore delegato Guillaume Cerutti ha dichiarato: “Loic ha portato molto a Christie's durante i suoi sette anni con noi, e il suo nome rimarrà associato a molte grandi idee e progetti nell’arte post-bellica e contemporanea”. La casa d’asta nella prima metà del 2018 ha realizzato aste globali, vendite private e digitali per un totale di 2,97 miliardi £ / 4,04 miliardi $.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti