UCI Road World Championships 2019

Ciclismo, i mondiali nello Yorkshire attirano 2,6 milioni di appassionati

La manifestazione iridata su strada è in programma in Gran Bretagna e culminerà il 29 settembre con la corsa maschile. L’audience per le gare in programma nella contea inglese sarà di circa 250 milioni di telespettatori

di Emanuele Cuomo


I mondiali di ciclismo su strada 2019

3' di lettura

I Mondiali di ciclismo su strada 2019 si concluderanno il 29 settembre nella contea inglese dello Yorkshire. I circa 1.400 ciclisti, in competizione dal 21 settembre scorso, si sfidano nelle 11 gare in programma tra le città di Harrogate, Beverley, Bradford, Doncaster, Leeds, Northallerton, Richmond, Ripon, Tadcaster e Wetherby. Le nazioni rappresentate sono 90, mentre il numero degli addetti ai lavori presenti si aggira sulle 7mila persone.

92esimo compleanno per l’Unione ciclistica internazionale (Uci)
Per la 92esima edizione degli Uci Road World Championships l’audience globale prevista è di 250 milioni di telespettatori. Gli organizzatori prevedono che a bordo strada ci saranno oltre 2,6 milioni di appassionati a incitare gli atleti. In occasione dei Mondiali di ciclismo su strada 2019 le strutture ricettive della città di Harrogate hanno ricevuto prenotazioni che vanno a coprire il 99% dei posti disponibili. Nella città termale, dove si attendono 1 milione di visitatori totali, termineranno tutte le gare inserite nel programma ufficiale. Harrogate è anche sede di partenza delle cronometro individuali junior (maschili e femminili), nonché della crono-staffetta mista.

Le cifre che vanno ai vincitori
Il montepremi degli Uci Road World Championships 2019 è di circa 240mila dollari. Di questi 167mila sono destinati alla Team Time Trial Mixed Relay , dove la squadra più veloce si aggiudica il primo premio di 58.500 euro. I protagonisti delle gare maschili e femminili della categoria elite si sfidano per 16.250 euro. I vincitori vestiranno la maglia simbolo del primato per 1 anno, fino alla prossima edizione, oltre a ricevere un assegno di 7.750 euro.
La Team Time Trial Mixed Relay, che prende il posto delle cronosquadre elite maschili e femminili, è la grande novità dell’edizione 2019. Le squadre che partecipano alla staffetta a cronometro sono composte da 6 atleti: 3 uomini e 3 donne. I primi a partire saranno gli uomini, seguiti poi dalle donne, che inizieranno il loro giro di circa 14 chilometri quando il secondo uomo avrà tagliato il traguardo del circuito di Harrogate. Il tempo finale sarà preso quando la seconda donna avrà superato la linea d’arrivo.
La corsa in linea femminile della categoria elite partirà il 28 settembre da Bradford è terminerà sulla Parliament Street di Harrogate dopo 149,4 km. Gli uomini, invece, si sfideranno domenica 29 settembre lungo un percorso di 280 km, con la linea di partenza fissata a Leeds. Il tracciato, che terminerà con un circuito tecnico di 13,8 km da percorrere 7 volte, prevede nella parte iniziale anche le salite di Cray, Buttertubs e Grinton Moor. Sulla carta le medaglie verranno assegnate in una volta ristretta, alla quale si candida a partecipare anche il nostro Matteo Trentin.

I conti della Uci
Dal bilancio dell’ Unione ciclistica internazionale si evince che per il 2018 le entrate generate dai Campionati Mondiali ammontano a 16,7 milioni. Al netto dei costi organizzativi, gli Uci World Championships hanno inciso positivamente sul risultato operativo per 8,6 milioni. Lo scorso anno 600mila visitatori sono giunti nel Tirolo austriaco per vivere dal vivo le emozioni del Mondiale 2018. L’impatto economico della rassegna iridata sull’economica di Innsbruck e delle aree limitrofe è stato di 39,8 milioni di euro. I costi organizzativi hanno superato i 13 milioni di euro, con una “hosting fee” da 7 milioni. Tra i benefici tangibili si segnala il rinnovamento della rete di piste e percorsi ciclabili, con l’Austria che continua a investire nel settore del cicloturismo. Sui social i post di Innsbruck-Tirol 2018 hanno raggiunto 2,5 milioni di persone, mentre il sito ufficiale ha ricevuto 2,8 milioni di visualizzazioni nei giorni delle gare.
Per Bergen 2017 i costi organizzativi hanno toccato quota 23 milioni, superando le soglie iniziali di budget (fissate tra i 16,63 e i 18,25 milioni). La società organizzatrice dell’evento norvegese è fallita e la Federazione ha chiuso il bilancio in passivo. Tra le edizioni più ricche dei Mondiali di ciclismo si segnala invece Richmond 2015, che ha portato 645mila tifosi sulle strade americane e un impatto economico di 170 milioni di dollari sul Commonwealth della Virginia.

Il Paraciclismo in pista
Il Campionato del Mondo 2019 darà risalto anche alla corsa di paraciclismo, che regalerà l’accesso ai Paralympic Games di Tokyo 2020. Il 21 settembre i paraciclisti partiranno da 4 località diverse, per arrivare sul traguardo di Harrogate dopo aver percorso una distanza che varia a seconda del grado di disabilità. La competizione, che per la prima volta si svolge in concomitanza con i Mondiali su strada, si preannuncia come uno più grandi eventi para-sportivi in termini di affluenza di pubblico.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...