Asia e Oceania

Cinque università Usa sospendono programmi in Italia. Cina, vittime in calo

Moody’s: una recessione globale è probabile se l’attuale epidemia diventa pandemia
In Francia secondo decesso, i contagi sono al momento 18
In Iran il bilancio delle vittime arriva a 19, il numero più alto dopo la Cina
Gli Stati Uniti si preparano al virus: San Francisco ha dichiarato lo stato di emergenza
In Cina 52 nuovi decessi, la cifra più bassa in tre settimane. I contagi in Corea del Sud salgono a 1.146
Due casi in Spagna: uno a Madrid, un giovane di 24 anni che era stato in Nord Italia, e uno in Andalusia. Primo contagio in Macedonia del Nord e in Brasile: in entrambi i Paesi sono state trovate positive persone rientrate dall’Italia. Primo contagio anche in Norvegia.
Salta il match Irlanda-Italia del 6 Nazioni di rugby
Nave Msc Meraviglia respinta da due porti caraibici. La società: nessun caso a bordo



  • Primo caso di contagio in Norvegia

    L’Agenzia per la salute pubblica norvegese ha annunciato che c’è stato un caso di contagio anche nel Paese scandinavo.

  • Trump, per fronteggiare l’emergenza coronavirus, dirotterà fondi anche dall’assistenza ai poveri

    Secondo le anticipazioni fatte dal giornale statunitense The Hill, l'amministrazione Trump finanzierà la risposta al coronavirus anche tagliando fondi ad altri programmi sanitari, compresi quelli per le fasce povere. Dei 136 milioni che il dipartimento per la salute intende trasferire, 37 arriveranno dal programma Low Income Home Energy Assistance, altri 63 dal National Institutes of Health (Nih) e 4,9 dai servizi legati all'abuso di droghe e alle malattie mentali. La Casa Bianca ha chiesto 1,25 miliardi di nuovi fondi ma i dem, e anche molti repubblicani, sostengono che la cifra è inadeguata.

  • Informativa di Trump prevista per stanotte

    Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e i funzionari federali della sanità hanno in programma di informare il pubblico nella giornata di mercoledì (di notte da noi in Italia) sugli sforzi per prevenire la diffusione del coronavirus. Un alto funzionario americano della salute ha dichiarato che l'aumento delle epidemie al di fuori della Cina renderà più difficile mantenere il virus al di fuori degli Stati Uniti.

  • Tim Cook, CEO Apple: il coronavirus è per noi una sfida

    Il CEO di Apple Tim Cook, durante un colloquio con gli azionisti, ha definito il coronavirus una «sfida». Gli effetti del virus, a causa del quale hanno chiuso fabbriche e negozi in tutta la Cina, pongono problemi significativi per il gigante della tecnologia: infatti Apple produce centinaia di milioni di dispositivi ogni anno proprio in quel Paese. All'inizio di questo mese, la società aveva dichiarato che non sarebbe riuscita a raggiungere le entrate previste per il trimestre in corso, pari a oltre 63 miliardi di dollari, a causa dei problemi di fornitura degli iPhone e del calo delle vendite al dettaglio in Cina. In seguito, Apple ha riaperto circa 30 dei suoi 42 negozi in Cina.

  • El Al annulla il volo di giovedì Tel Aviv-Milano

    La compagnia di volo israeliana El Al ha annullato il volo di domattina fra Tel Aviv e Milano, mentre nel Paese cresce l'apprensione per la diffusione internazionale del coronavirus. Lo riferiscono i media.

  • In Francia 18esimo caso, è la moglie di un paziente

    Un 18esimo caso di Coronavirus è stato confermato stasera in Francia.
    Si tratta della moglie di un paziente ricoverato ad Annecy, nel sud del Paese, un uomo di 64 anni che era rientrato dalla Lombardia. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Olivier Veran, precisando che lo stato di salute della donna non presenta «segni di gravità».

  • Berlino, ci sarà un’epidemia in Germania

    «Siamo all'inizio di un’epidemia di coronavirus in Germania». Lo ha detto il ministro della Salute tedesco Jens Spahn alla luce dei nuovi casi di coronavirus in alcuni Laender. Le persone risultate contagiate oggi, ha spiegato, hanno avuto «molti contatti». «Le catene delle infezioni, questa è la nuova dimensione della situazione, sono in parte non più ricostruibili», ha aggiunto Spahn.

  • Germania, altri due contagi registrati

    Altri due contagi da Coronavirus in Germania: c'è il primo caso segnalato nella Renania-Palatinato, e si tratta di un soldato della casa della
    Croce rossa della Bundeswehr di Coblenza. L'altro test positivo è stato registrato nel Land del Baden-Wuerttemberg: si tratta di un uomo, trentaduenne, rientrato da una delle zone di contagio
    in Italia.

  • Iran, restrizioni alla circolazione dei contagiati

    L'Iran ha annunciato restrizioni alla libera circolazione all'interno del Paese per le persone che hanno contratto o sono sospettate di aver contratto il coronavirus. Lo ha annunciato il ministro della Salute di Teheran Saeed Namaki, spiegando che si tratta di una misura alternativa alla «messa in quarantena delle città».

  • Terzo contagiato in Croazia, un uomo che lavora a Parma

  • MSC: «Nessun caso di coronavirus a bordo delle nostre navi»

    «Nessun caso di coronavirus è stato segnalato a bordo di MSC Meraviglia o di qualsiasi altra nave della flotta di MSC Crociere”. Lo annuncia in una nota la Msc dicendosi “rammaricata” che ieri le autorità giamaicane (si veda sotto, ndr) «abbiano ritardato di molte ore la decisione di dare alla nostra nave l'autorizzazione necessaria per lo sbarco dei passeggeri», come hanno fatto anche le autorità di Grand Cayman “senza nemmeno rivedere le cartelle cliniche fornite dalla nave”. La nave ora - si precisa - è in navigazione verso la prossima tappa prevista a Cozumel in Messico. «Il membro dell'equipaggio a cui è stata diagnosticata l'influenza stagionale comune è in condizioni stabili, riceve trattamenti e farmaci antivirali ed è ora privo di febbre ed è quasi guarito», prosegue la nota, sottolineando che «per precauzione è stato isolato dagli altri membri dell'equipaggio e dagli ospiti sin dal primo momento in cui si sono verificati i sintomi e rimmarrà in isolamento fino a quando non sarà completamente guarito. Nessun altro caso di influenza di tipo A è stato segnalato a bordo di Msc Meraviglia».

  • Casa Bianca smentisce Politico: nessuno ”zar” in arrivo

    La Casa Bianca nega la notizia di Politico che sta considerando la nomina di uno 'zar' per il coronavirus. «Non è vero! Il presidente ha preso una azione decisiva creando un mese fa la task force contro il coronavirus ed è contento della leadership del segretario alla sanità Alex Azar per proteggere la salute pubblica», ha twittato il vice portavoce Judd Deere.

  • Secondo contagio in Finlandia: una donna che veniva dall’Italia

    Le autorità finlandesi hanno annunciato di aver registrato un secondo caso di contaminazione da coronavirus nel paese: «È una donna in età lavorativa che ha viaggiato nel nord Italia». La donna è ricoverata in un ospedale nella capitale Helsinki ed è «in buone condizioni», ha dichiarato il National Institute of Health and Welfare. Alla fine di gennaio, la Finlandia aveva registrato il suo primo caso di contagio, una turista cinese di Wuhan, epicentro dell'epidemia, in viaggio in Lapponia.

  • Cinque università Usa sospendono i programmi di studio in Italia

    Almeno cinque università americane hanno cancellato i programmi di studio in Italia a causa dell’epidemia di coronavirus. L'elenco comprende la Elon University, la Fairfield University, la Florida International University, la New York University e la Syracuse University, quasi tutte con programmi a Firenze. Lo riferisce la Cnn.

  • Pakistan conferma 2 primi casi nel paese

    Il Pakistan conferma due primi casi di coronavirus nel paese. Lo riferiscono fonti governative. Il dottor Zafar Mirza, consigliere del primo ministro pachistano, ha specificato in un tweet: «Posso confermare i primi due casi di coronavirus in Pakistan. In entrambi i casi è stato applicato il protocollo sanitario ed entrambi sono in condizioni stabili. Non c'è motivo di panico, le cose sono sotto controllo».

  • Nave Msc Meraviglia respinta da due porti caraibici

    Una nave da crociera italiana, la Msc Meraviglia, è stata respinta da due porti nei Caraibi, in Giamaica e alle Isole Cayman, per paura del coronavirus. Un membro dell'equipaggio non sarebbe in buone condizioni di salute. Lo riporta il New York Times. Sulla nave oltre 4.500 passeggeri e 1.600 membri dell'equipaggio. Msc Meraviglia era arrivata martedì mattina al porto di Ocho Rios, in Giamaica, proveniente da Miami. Il divieto di sbarco è scattato quanto il comandante ha comunicato lo stato influenzale di una delle persone a bordo. Stessa situazione al porto di Georgetown alle Cayman.

  • Eurodeputati di ritorno dalle regioni italiane a rischio: non recatevi in Parlamento

    Il questore del Parlamento europeo ha raccomandato agli eurodeputati che negli ultimi 14 giorni sono stati le quattro regioni italiane considerate a rischio per la diffusione del coronavirus (Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Veneto), di non recarsi in Parlamento.

  • Casa Bianca valuta “zar” per gestire l’emergenza

    La Casa Bianca sta valutando se nominare uno ”zar” contro il coronavirus per coordinare la risposta all'epidemia. Lo scrive Politico, citando due dirigenti a conoscenza del dossier. La mossa rifletterebbe quella di Barack Obama per affrontare l'emergenza Ebola nel 2014, quando nominò Ron Klain.

  • Presidente Cina Xi ottimista: trend positivo sul controllo dell’epidemia, economia sta accelerando

    «C'è un trend positivo in Cina su prevenzione e controllo dell'epidemia del coronavirus, mentre l'economia sta accelerando la ripresa»: il presidente Xi Jinping, nella riunione odierna del Comitato permanente del Politburo, ha sollecitato i governi di ogni livello ad accelerare il lavoro per lo sviluppo economico e sociale, pur riconoscendo che «la situazione nell'Hubei e nel suo capoluogo Wuhan resta complessa e difficile».

  • Primo caso confermato in Macedonia del Nord

    Anche in Macedonia del Nord c’è un caso di infezione da coronavirus, diagnosticato in una donna di circa 50 anni recentemente tornata dall'Italia dopo una lunga permanenza nel nostro Paese. Lo ha detto il ministro della Sanità Venko Filipce. La donna, che si è rivolta ai medici mercoledì scorso, è tornata in Macedonia dal Nord in un bus ed è attualmente ricoverata presso la Clinica per le malattie infettive di Skopje. Tutti gli altri passeggeri del bus sono stati sottoposti a tamponi, ha specificato Filipce.

  • In Italia eseguiti 10mila tamponi, solo 1000 in Germania

    In Italia «sono stati eseguiti oltre 10mila test per la rilevazione del nuovo coronavirus, contro i meno di mille in Germania e Francia». Lo afferma Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute e membro italiano all'Oms. Ciò «si spiega con il fatto che alcune Regioni non hanno inizialmente seguito le linee guida basate sulla evidenza scientifica che prevedevano il test solo a soggetti sintomatici con 'fattori di rischio' legati a provenienza e contatti avuti. Alcune Regioni hanno esteso i test e ciò ha generato una sovrastima dei casi».

  • Il presidente Vucic: la Serbia non chiuderà le frontiere

    La Serbia non intende assolutamente chiudere le frontiere a causa del coronavirus, né vi saranno restrizioni per raduni, gare sportive o altri eventi, a cominciare dalla imminente campagna elettorale per il voto di fine aprile. Lo ha detto il presidente Aleksandar Vucic. Parlando oggi a Belgrado dopo una riunione con i responsabili delle varie strutture e istituzioni sanitarie impegnate nel contrasto al virus, Vucic ha sottolineato che non vi è alcun piano di chiusura delle frontiere poiché, ha detto, non è questo il modo di fermare il virus. «Non vi sarà alcun rinvio delle elezioni», ha inoltre affermato il presidente, né limitazioni per i raduni preelettorali o gli eventi sportivi. L'unica cosa a cui si pensa, ha aggiunto, è come comportarsi con grossi eventi che comportano l'arrivo di altre persone dall'estero.

  • Germania, 2 nuovi casi in Baden-Württemberg

    Due nuovi casi positivi al coronavirus si sono registrati in Baden-Württemberg. Lo annuncia la clinica universitaria di Tubinga. Uno dei due casi è un aiuto primario del reparto di Patologia della medesima clinica universitaria; si tratta del padre della ragazza che ha accompagnato a Milano il “paziente zero”, anche lei attualmente in isolamento. Il “paziente zero” sarebbe un 25enne di Goeppingen, di ritorno da un viaggio a Milano con la fidanzata.

  • Germania, uno dei contagiati è una maestra d'asilo

    E' una maestra di asilo di 46 anni che ha prestato servizio fino a venerdì scorso la donna positiva al test del coronavirus in Nordreno-Vestfalia. Lo ha annunciato il ministro della Salute del Land Karl-Josef Laumann. Si tratta della moglie di un altro contagiato di 47 anni, attualmente ricoverato in ospedale in serie condizioni. La maestra e i suoi due bambini sono ora in quarantena a casa, così come tutti i bambini dell'asilo e le rispettive famiglie. La donna nei giorni scorsi aveva partecipato ad una festa di carnevale.

  • Coordinamento CIO per le Olimpiadi: per ora non si discute di stop a Tokyo 2020

    «Al momento non è sul tavolo il tema dell'annullamento delle Olimpiadi». Lo afferma il presidente del Comitato olimpico australiano (COA), John Coates, che dirige il comitato di coordinamento del CIO per i Giochi, in dichiarazioni pubblicate sul Sydney Morning Herald in merito ai rischi legati al coronavirus. Nell'ipotesi che la situazione si aggravasse, secondo Coates è più probabile che i Giochi vengano annullati piuttosto che rinviati. «Abbiamo annullato i giochi in passato in tempo di guerra» - ha detto Coates -. Molti Paesi non sono andati per altri motivi a Mosca '80 e a Losa Angeles '84. Si tratta solo di vedere quel che accade».

  • JPMorgan, economia cinese potrebbe rimbalzare: + 15% nel 2° trimestre

    L'economia cinese dovrebbe contrarsi del 4% nei primi tre mesi dell'anno a causa della crisi innescata dal coronavirus ma potrebbe rimbalzare, crescendo del 15% nel secondo trimestre su base trimestrale. Lo ha detto Joseph Lupton, economista di JPMorgan Chase, durante un'intervista alla Cnbc. Lupton spiega che il rialzo sarà possibile grazie alla ripresa dell'attività nelle province più duramente colpite dalle misure adottate da Pechino per provare a contenere l'epidemia e alle misure di sostegno all'economia che dovrebbe varare la banca centrale cinese.

  • 160 cittadini britannici in quarantena a Tenerife

    Sono circa 160 i cittadini britannici bloccati a Tenerife, nell'arcipelago spagnolo delle Canarie, con numerosi altri turisti di vari Paesi ritrovatisi nello stesso resort di due italiani risultati contagiati dal coronavirus. Lo riferiscono fonti diplomatiche. Stando alle stesse fonti, sono tutti destinati a restare per ora in quarantena nell'albergo dell'isola, quand'anche in assenza di sintomi: probabilmente per 14 giorni.

  • Pechino, norma per evitare gli assembramenti nei supermercati

    Pechino, oltre all'auto-quarantena per gli stranieri in arrivo da Paesi colpiti dal coronavirus (Italia compresa), ha approvato più misure per contenere il rischio del contagio nella città, tra cui una norma per evitare gli assembramenti nei supermercati. Da oggi, infatti, c'è la regola sul rispetto dell'area di sicurezza nei supermercati tra un cliente e l'altro, pari al almeno due metri quadrati, ha reso noto il Beijing Municipal Commerce Bureau in una nota postata online. I negozi, in questo contesto, devono usare «strumenti intelligenti, rapidi e automatici per migliorare l'efficienza nella misurazione della temperatura corporea e per prevenire gli affollamenti».

  • Secondo caso di contagio confermato in Libano

    Il Libano registra il secondo caso confermato di contagio da coronavirus. Lo riferisce il ministero della Sanità libanese, precisando che si tratta di un paziente rientrato dall'Iran lo scorso 20 febbraio a bordo dello stesso volo sul quale si trovava la donna risultata positiva al Covid-19 nei giorni scorsi. Il secondo paziente si trova, come la donna, ricoverato all'ospedale Rafiq Hariri di Beirut, attrezzato per l'emergenza sanitaria in corso.

  • Moody's: vendite auto -2,5% nel 2020, ripresa solo nel 2021

    L'agenzia di rating Moody's ha analizzato l'impatto del coronavirus sulla filiera dell'automotive e stima che la crescita nel settore a livello globale tornerà in positivo solo nel 2021, facendo segnare un +1,5%. L'epidemia partita da Wuhan ha ridotto la domanda e - poiché la Cina è un importante hub per i componenti auto - ha anche interrotto le catene di approvvigionamento nell'industria. Le previsioni di Moody's sulle vendite globali di auto nel 2020, non solo per effetto del coronavirus ma anche per le nuove norme sulle emissioni, indicano un calo del 2,5% nel 2020, in miglioramento rispetto al calo del 4,6% che era stato registrato nel 2019, ma con peggioramento del declino (-0,9%) previsto in precedenza per il 2020.

  • Moody's: coronavirus alza rischio recessione Italia, ma rating per ora non cambia

    Il coronavirus peserà sulla crescita economica dell'Italia, ma difficilmente peserà sul suo rating. Lo afferma Moody's in una nota, sottolineando che l'epidemia aumenta il rischio che l'Italia scivoli in recessione. L'epidemia infatti mette pressione al ribasso sul già debole outlook di crescita dell'Italia, e aumenta i rischi di recessione, afferma l’agenzia di rating, sottolineando che «anche se al momento sull'ampiezza e sulla durata dell'impatto c'è un'elevata incertezza, interruzioni in termini di consumi e produzione sono probabili».
    Moody's - spiega l'agenzia - già incorpora nella sue valutazione sul rating italiano un debole profilo di crescita. «Un ulteriore, ma temporaneo, indebolimento della crescita quindi non cambia in modo fondamentale la visione di Moody's» si legge in una nota, nella quale si precisa che l'agenzia di rating ritiene probabile che ci saranno «misure di bilancio per mitigare l'impatto del coronavirus sull'economia, con effetti sul bilancio gestibili. Detto questo, molto dipenderà dalla lunghezza e dalla severità della crisi».

  • È ufficiale: salta il match Irlanda-Italia del 6 Nazioni di rugby

    Non si giocherà l'incontro del Sei Nazioni di rugby tra Irlanda e Italia, in programma sabato 7 marzo a Dublino. Lo ha reso noto la federazione rugby irlandese, annunciando di aver accolto la raccomandazione del ministro della salute su indicazione del Team di emergenza della sanità pubblica irlandese.

  • Cina: la lotta al coronavirus è a un punto critico. Non lasceremo sole le altre nazioni

    La lotta al coronavirus «è a un punto critico ora. Molti Paesi ne stanno affrontando la minaccia e la Cina non si ritirerà mai da questa battaglia e non si focalizzerà solo su se stessa senza prendere in considerazione gli altri». Il ministro degli Esteri Wang Yi, parlando nella conferenza stampa a Pechino con l'omologo serbo Ivica Dacic, ha detto che, «prevenendo la diffusione del virus, la Cina amplierà la cooperazione con altri Paesi e comunicherà con l'Oms per condividere la sua esperienza e coordinare politiche e risorse».

  • Confermato primo caso in Andalusia, a Siviglia

    Le autorità locali in Andalusia hanno confermato il primo caso accertato di coronavirus nella regione del sud della Spagna, a Siviglia. Lo riferisce l'agenzia spagnola Efe affermando che si tratta di un paziente dell'ospedale Virgen del Rocío a Siviglia. Il giornale Diario de Sevilla scrive inoltre che, stando a sue fonti, ad essere risultato positivo al Covid-19 è un uomo di 62 anni e che questo non aveva visitato l'Italia. Nella stessa comunità altre otto persone sottoposte a test sono invece risultate negative.

  • La Francia si prepara

    Ora la Francia si prepara ad una possibile epidemia di coronavirus. Oltre alle misure precauzionali nei confronti di chi torna dalle zone a rischio, come Cina o Italia, 77 ospedali sono stati “attivati” per rispondere all'emergenza e il dispositivo sanitario è stato ulteriormente rafforzato.

  • Nessun problema per i tifosi della Juventus a Lione

    Il ministro francese della Salute Olivier Véran ha confermato oggi che i tifosi della Juventus potranno partecipare questa sera alla partita di Champions League in programma a Lione nonostante l'allerta coronavirus. «Non è il caso di impedire a queste persone di recarsi ad una partita di calcio. Ricordo inoltre che i tifosi italiani saranno in una tribuna a loro destinata», ha dichiarato il ministro, aggiungendo che «non ci sono malati accertati nella regione Piemonte e Torino si trova a 200 km dalle cosiddette zone a rischio italiane», ha spiegato Véran.

  • In Gran Bretagna 7.132 tamponi, 13 contagi


    Sono 7132 le persone testate nel Regno Unito in relazione all'emergenza coronavirus, con non più di 13 persone risultate finora contagiate, incluse 4 dei 32 rimpatriati dal Giappone fra i passeggeri della Diamond Princess. Lo ha detto il ministro della Sanità, Matt Hancock, aggiornando i dati a oggi ai Comuni. Hancock ha precisato che una persona è stata già dichiarata guarita, ma che si attendono ulteriori contagi nel Paese. Confermate poi le indicazioni precauzionali per chi arriva nel Regno dal nord Italia.

  • Germania, i casi positivi salgono a 19

    C'è un nuovo contagio da Coronavirus in Germania, dove i casi positivi salgono a 19. È quello che si legge sul sito del ministero della Salute. A quanto riportano i media tedeschi, sarebbe stata colpita dal coronavirus anche la moglie del paziente ricoverato i condizioni gravi nel Nordreno-Vestfalia.

  • Cina, produzione di acciaio verso il calo

    La produzione di acciaio in Cina rischia di calare nei prossimi mesi a causa dell’esplosione dell’epidemia di coronavirus. L’output del settore era cresciuto del 7,2% a gennaio 2020, nonostante le prime imposizioni per frenare il virus.

  • Oms: più nuovi contagi fuori dalla Cina

    Il numero quotidiano di contagi da coronavirus fuori dalla Cina ha superato il numero registrato all'interno del Paese. Lo rende noto l'Oms.

  • Spagna: il totale di casi sale a 10

    La Spagna ha registrato in 36 ore otto casi positivi di coronavirus, che si aggiungono ai primi due colpiti, che erano già stati dimessi giorni fa. Lo scrive El Pais, precisando che degli otto nuovi infetti, quattro sono
    stati registrati a Tenerife - il medico italiano che è risultato positivo lunedì pomeriggio, sua moglie e altri due italiani dal suo hotel - due a Madrid, uno a Barcellona e uno a Castellón, il primo colpito nella penisola. Tutti i nuovi casi, aggiunge il giornale, sono legati a
    viaggi in Italia. In totale, le persone contagiate da Covid-19 in Spagna sono dieci.

  • Oms: 80.930 casi, il 95% in Cina

    «Sono 80.980 i casi in 33 Paesi nel mondo, oltre il 95% sono stati registrati in Cina. Solo il 5% dei casi sono stati rilevati al di fuori. I nostri pensieri vanno a tutti i cittadini. Non bisogna cedere al panico, bisogna
    fidarsi in Italia di quello che sta facendo il ministero della
    Salute, in collaborazione con la Protezione Civile». Lo ha detto
    il direttore Europa dell'Oms, Hans Kluge, in una conferenza
    stampa con il ministro della Salute Roberto Speranza

  • I casi in Iran potrebbero essere 200 volte maggiori

    I casi di coronavirus in Iran potrebbero essere oltre 18.000, cioè 200 volte di più rispetto a quelli riportati, secondo le stime degli epidemiologi e
    matematici basate sui dati relativi ai viaggi aerei e all'andamento dei casi nel resto del mondo. Lo indica la ricerca pubblicata sul sito MedrXiv, che raccoglie articoli che non hanno ancora superato l'esame della comunità scientifica, coordinata da David Fisman, e Kamran Khan, dell'università
    canadese di Toronto.

  • Grecia, primo contagio: una 38enne che aveva viaggiato in Nord Italia 

    La Grecia ha riferito del suo primo caso di coronavirus: si tratta di una donna che ha viaggiato di recente nel Nord Italia. Un portavoce del ministero della Salute ha riferito che la paziente di 38 anni è ricoverata
    in un ospedale di Salonicco ed è in buone condizioni.

  • Kyriakides (Commissione): no ad approcci diversi

    Stella Kyriakides, commissaria europea alla Salute, si è espressa a sfavore dell’uso di «approcci diversi» tra paesi Ue nel contrasto al coronavirus. Kyriakides ha anche invitato a «fare attenzione alla disinformazione sul virus».

  • La Commissione chiede di rivedere i piani cotnro le pandemie

    La Commissione europea ha chiesto agli stati membri di rivedere i piani contro le pandemie, adeguandoli alla nuova epidemia di coronavirus.

  • Grecia, confermato primo caso

    La Grecia ha confermato il primo caso di coronavirus nel paese. Lo ha comunicato il ministero della Salute.

  • Ue, al lavoro per frenare il contagio

    «I nostri pensieri vanno a tutte le persone colpite dall'epidemia del Coronavirus. Stiamo facendo del nostro meglio per contenere la diffusione del Coronavirus».Lo ha detto Valdis Dombrovskis, vicepresidente della Commissione Ue riferendo poi che alla riunione del collegio dei commissari si è «discusso della situazione in Europa, sul numero delle infezioni, delle misure prese a sostegno degli Stati nel
    fronteggiare questa emergenza e del coordinamento con gli stati
    membri sulle misure», ha aggiunto.

  • Coronavirus: la Turchia sconsiglia i viaggi in Italia

    La Turchia sconsiglia i viaggi nelle regioni colpite dal coronavirus in Italia «a meno che non sia necessario». A indicarlo è il ministero degli Esteri di
    Ankara, che applica la stessa raccomandazione all'Iraq

  • Giappone: avanti con le Olimpiadi

    Il governo giapponese prosegue nella fase di preparazione dei giochi olimpici di Tokyo, malgrado l'allarme coronavirus. “Il nostro lavoro è concentrato sull'organizzazione dell'evento con molta serenità, e nel rispetto dei criteri del Comitato Olimpico”, ha detto il ministro dello Sport incaricato per le Olimpiadi Seiko Hashimoto, nel corso di un'audizione parlamentare. I Giochi olimpici sono previsti a Tokyo dal 24 luglio al 9
    agosto 2020.

    Ad oggi in Giappone sono stati confermati 852 casi di coronavirus mentre il numero di vittime legate al virus è salito a cinque.

  • Croazia, secondo caso: è il fratello dell’uomo positivo al ritorno da Milano

    In Croazia è stato confermato un secondo caso di coronavirus. Lo ha riferito il ministero della Sanità di Zagabria. Si tratta del fratello dell'uomo che ieri è risultato positivo al ritorno da un soggiorno a Milano tra il 19 e il 21 febbraio, dove si era recato con la fidanzata per vedere la partita della Champions League tra Atalanta e Valencia. La ragazza è invece risultata negativa. Entrambi i contagiati presentano sintomi lievi, sono giovani e in buona salute, e sono stati messi in isolamento nella clinica di infettivologia di Zagabria.

  • Iran, le vittime arrivano a 19

    Diciannove persone sono morte e 139 persone (44 in più rispetto a ieri) sono state infettate dal coronavirus in Iran, ha detto il portavoce del ministero della salute Kianush Jahanpur. L'Iran ha avuto il maggior numero di decessi per coronavirus al di fuori della Cina.

  • Un morto in Francia, i casi sono 17

    La Francia annuncia 3 nuovi casi di coronavirus nel paese, tra cui un morto: lo ha detto il direttore generale della Salute, Jerome Salomon, aggiungendo che il numero totale dei casi accertati in Francia passa dunque a 17. Il mortoè un francese che era ricoverato in condizioni gravi all'ospedale parigino della Pitié-Salpetrière, scomparso nella notte all'età di 60 anni. Nei giorni scorsi, era deceduto in territorio francese un cinese di 80 anni.

  • San Francisco e gli Usa si preparano alla diffusione del coronavirus

    San Francisco, quarta città più grande della California, ha dichiarato un'emergenza locale sul coronavirus, nonostante non abbia avuto casi, perché i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno detto a tutti di prepararsi alla diffusione del virus dopo che le infezioni sono emerse in molti altri Paesi.

    I 14 casi confermati di coronavirus negli Stati Uniti sono stati per lo più legati ai viaggi, con solo due casi di diffusione da persona a persona. Ci sono anche 39 casi tra gli americani evacuati dalla nave da crociera Diamond Princess a Tokyo e da Wuhan, in Cina

  • Moody’s: una recessione globale è probabile se diventa pandemia

    Il coronavirus è stato un duro colpo per l'economia cinese, che ora minaccia di mettere fuori gioco l'economia globale. Una recessione globale è probabile se COVID-19 dovesse trasformarsi una pandemia, e le probabilità che ciò accada sono verosimilmente alte e aumentano con il crescere dei contagi in Italia e in Corea del Sud. L'economia statunitense è più isolata dall'impatto del virus, ma non è immune, e anche in questo scenario subirebbe probabilmente una flessione. A scriverlo è Moody's in un report.

  • Primo caso in Brasile: positivo un uomo rientrato dall’Italia

    Primo caso di coronavirus confermato in Brasile, dove è risultato positivo al doppio test un uomo rientrato a San Paolo da un viaggio di lavoro in Italia il 21 febbraio scorso. Lo ha reso noto il quotidiano brasiliano Folha de S. Paulo, anticipando che anche il secondo test fatto all'uomo è risultato positivo. Secondo il quotidiano, che cita fonti vicine al ministero della Salute, è stata chiesta alla compagnia con la quale l'uomo ha volato l'elenco dei passeggeri che si trovavano sullo stesso aereo.

  • Il premier giapponese chiede di spostare eventi sportivi di almeno due settimane

    Il premier giapponese Shinzo Abe esorta le principali associazioni sportive, culturali e associative del Paese a posticipare di almeno 2 settimane l'organizzazione di eventi che prevedono il raduno di grandi masse per contenere il rischio di un'ulteriore espansione del coronavirus. Quando mancano meno di 150 giorni all'avvio delle Olimpiadi di Tokyo, durante una riunione della task force sulla gestione del virus Abe prova a rispondere alle critiche della comunità internazionale che ha accusato il governo sulla gestione dell'emergenza a bordo della nave Diamond Princess.

  • La Cina disinfetta le banconote

    La Cina ha ordinato di disinfettare e conservare le banconote in un'area asciutta per 7 giorni, come parte della battaglia per contenere il coronavirus. Le linee guida su come le banche possono aiutare a ridurre la trasmissione del virus sono state diffuse dalla filiale di Pechino del regolatore bancario e assicurativo cinese (CBIRC), secondo il China Securities Journal.

  • In Cina 52 nuovi decessi, la cifra più bassa in tre settimane

    La Cina riporta 52 nuovi decessi per coronavirus, la cifra più bassa in oltre tre settimane, portando il bilancio delle vittime a 2.715.

  • In Corea, 169 nuovi contagi per un totale che è salito a 1.146

    Il numero di persone infettate dal nuovo coronavirus in Corea del Sud è salito a 1.146, dopo l'annuncio oggi da parte delle autorità sanitarie locali di 169 nuovi contagi e di un undicesimo decesso. Si tratta del livello più alto di contaminazione nel mondo al di fuori della Cina continentale, dove l'epidemia di Covid-19 è iniziata a dicembre.

  • Primo caso a Madrid, un giovane che era stato in Nord Italia

    Un giovane di 24 anni che aveva viaggiato nel Nord Italia è risultato positivo al coronavirus, diventando il primo caso confermato a Madrid e il settimo in tutta la Spagna (gli ultimi cinque confermati nelle ultime 24 ore). Lo riferiscono i media spagnoli. Il ragazzo si trova ora nel suo domicilio in attesa di essere trasferito in ospedale.

    Che cosa è successo nei giorni scorsi:
    Martedì 26 febbraio
    Lunedì 25 febbraio

    LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL MONDO

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...