ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl 1-2 marzo l’evento finale

Cinema e industria: ancora un giorno per partecipare al Premio Filmimpresa

La selezione, promossa da Unindustria, è aperta a cortometraggi e lungometraggi, meglio se inediti. La giuria d’onore è presieduta dal regista Paolo Genovese

di Manuela Perrone

(Adobe Stock)

2' di lettura

Storie che raccontino il lavoro, l’industria, le sue trasformazioni. Luoghi che facciano rivivere la magia della creatività. Universi fisici e simbolici che permettano di esplorare la potenza dell’innovazione. Al cinema in tutte le sue espressioni capace di trasferire dallo schermo agli spettatori le emozioni del fare impresa è dedicato il Premio Filmimpresa #PFI2023. Un debutto in piena regola, fortemente voluto da Unindustria, in collaborazione con Confindustria, Anica, Ita-Ice e Una (Aziende della comunicazione unite).

Il bando scade il 31 dicembre

C’è ancora un giorno per partecipare: il bando scade proprio l’ultimo giorno dell’anno, il 31 dicembre 2022. Il concorso - che ha il patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale e della Camera di Commercio Roma e annovera come sponsor tecnici Mediaset, Spencer&Lewis, D-Hub Studios, Ega, Anybit e AdnKronos - è aperto a cortometraggi della durata massima di 30 minuti e lungometraggi di ogni tipo (fiction, documentari, animazione, video e new media), purché trattino il tema del mondo dell’impresa. Sarà considerato quale titolo preferenziale la presentazione di film inediti. Le opere dovranno pervenire attraverso il sito www.filmimpresa.it nella sezione “invia la tua candidatura”.

Loading...

L’evento finale il 1-2 marzo alla Casa del cinema

Un’apposita giuria assegnerà un premio per ognuna delle quattro categorie: miglior film d’impresa area narrativa, miglior film d’impresa area documentaria, premio alla carriera e premio speciale alla creatività. La preselezione sarà effettuata da un comitato di esperti capitanato da Mario Sesti, mentre a capo della giuria qualificata sarà il regista Paolo Genovese. La premiazione avverrà durante l’evento finale, in programma il 1 e il 2 marzo alla Casa del Cinema di Roma, nello scenario di Villa Borghese.

Camilli: «Attenzione alla cultura dell’innovazione»

Con una lettera, il 20 dicembre scorso, il presidente di Unindustria, Angelo Camilli, ha invitato gli imprenditori laziali a partecipare con video e prodotti realizzati in azienda e per l'azienda. «L’obiettivo che vogliamo realizzare - si legge nella missiva - è quello di allestire uno spazio di attenzione e di promozione di tutte le produzioni video realizzate dal mondo imprenditoriale nazionale che si impegna nella cultura dell'innovazione, delle buone pratiche e delle azioni di investimento in individui e idee». Sono già moltissimo i contributi inviati dalle aziende italiane di grandi, piccole e medie dimensioni, che hanno deciso di mettere in vetrina identità, valori, territorio in cui nascono e vivono.

Letta: «Valorizzare l’heritage delle attività produttive»

Il Premio, alla sua prima edizione, è stato ideato dal Gruppo tecnico turismo, cultura e grandi eventi di Unindustria, presieduto da Giampaolo Letta, amministratore delegato e vicepresidente di Medusa Film. «Diffondere la cultura d'impresa, valorizzare l'heritage delle attività produttive, preservare la memoria visiva delle aziende è il senso dell’iniziativa», ha spiegato. «Una grande occasione per favorire una migliore conoscenza della cultura dell'imprenditorialità, della produzione e del lavoro». L’industria del cinema e il cinema dell’industria, per fondere realtà e immaginario.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti