Beauty & Ambiente

Cinque soluzioni ecosostenibili per la beauty routine

La cosmesi si impegna e promuove uno stile di vita green, dalle formule che non inquinano ai prodotti che si possono riciclare. Ma anche le abitudini individuali aiutano l’ambiente

2' di lettura

La cosmesi si impegna e promuove uno stile di vita green, dalle formule che non inquinano ai prodotti che si possono riciclare. Ma anche le abitudini individuali aiutano l'ambiente.
L'attenzione nei confronti del Pianeta è sempre più alta.

In attesa delle direttive che arriveranno in tema ambientale dalla prossima COP26 - ovvero la ventiseiesima Conferenza sui cambiamenti climatici di Glasgow, nel Regno Unito, e che sarà incentrata sul cambiamento climatico, sostenibilità e perdita della biodiversità - le aziende del settore cosmetico dimostrano di essere sempre più attente ai temi della tutela dell’ambiente: dai solari che non inquinano il mare (Davines, La Roche Posay e Lancaster solo per citarne alcuni) alle confezioni realizzate con plastica riciclata (L’Erbolario, L’Oréal, Unilever).

Loading...

Ma oltre al loro impegno, anche le abitudini individuali dei consumatori possono fare la differenza. Eccone cinque, per rendere green la propria beauty routine.

1. Ridurre il consumo di acqua

Secondo l’Istat, ogni italiano consuma circa 250 litri di acqua potabile al giorno. È stato calcolato che se si lascia il rubinetto aperto mentre ci si lava i denti, si sprecano 30 litri di acqua. Chiudendo il rubinetto: solo 2 litri. Una doccia di 5 minuti consuma dai 75 ai 90 litri, mentre un bagno nella vasca 150 litri.

2. Scegliere pack eco

Utilizzare prodotti beauty con la confezione riciclato o riciclabile per evitare inutili sprechi e ridurre al minimo il consumo di plastica. Ogni anno, infatti, vengono fabbricati 120 bilioni di prodotti cosmetici, molti dei quali non sono riutilizzabili. L’Erbolario, per esempio, utilizza per i propri cosmetici packaging eco-progettati come quelli dell’ultima linea Cocco: flaconi in plastica riciclata, tubi in plastica derivata da canna da zucchero, vetro e acciaio, riciclabili.

3. Riciclare bene

In generale, i pack in vetro o plastica possono essere riciclati ma con delle particolarità. Gli erogatori a pompetta non sono riciclabili, quindi occorre rimuoverle dal prodotto per garantire il riciclo; lo stesso discorso vale per i coperchi dai flaconi poiché di solito sono realizzati con un materiale diverso, non riciclabile. Le tinte per capelli, gli smalti o i prodotti a base di acqua ossigenata e ammoniaca si gettano insieme ai farmaci, mentre gli spray come lacche, deodoranti e bombolette devono essere portati nelle isole ecologiche.

4. Beauty device green

Per utilizzare i beauty device, dalla phon alla piastra per i capelli, si può utilizzare energia verde prodotta da fonti rinnovabili. È fornita da diversi operatori di luce. Pulsee, ad esempio, dà anche l’opportunità di azzerare la tua impronta di Co2 sull’ambiente.

5. Scegliere prodotti clean

Ovvero i cosmetici con ingredienti naturali, organici, che rispettano la pelle e l'ambiente bandendo molti ingredienti controversi come ftalati, sodio lauriletere solfato, parabeni e fenossietanolo a favore di formule pulite. L’Edta-Tetrasodium Edta, per esempio, è inquinante per l’ecosistema, ciò che termina in “W-dimonium” inquina le acque, gli phthalates hanno un impatto tossico sulla vita degli uomini e degli animali.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti