meteo mercati

Cioccolato, in Asia piace fondente e il gigante malese triplica in Borsa

Icam, il cioccolato hi-tech conquista il mondo. In Elite dal 2016


1' di lettura

Mentre i bambini scartano le uova pasquali e si godono la sorpresa, c’è chi nel mondo si gongola in un sorpresone molto più ricco e molto più dolce. Si tratta della Guan Chong Bhd, società della Malesia produttrice di cioccolato che alla Borsa di Kuala Lumpur ha registrato un balzo del 170% nell’ultimo anno. Solo nella giornata del 22 aprile ha registrato un rialzo in Borsa del 10%, portando le quotazioni a 4,08 riggint: massimo storico.

GUARDA IL VIDEO. Icam, il cioccolato hi-tech conquista il mondo

Il motivo per cui la Borsa è così «dolce» per questa società nata nei primi anni Ottanta è legato all’aumento del consumo di cioccolato in Asia: nulla centra con la Pasqua, ovvio, ma con il fatto che nel continente asiatico sta dilagando l’abitudine di mangiare cioccolato fondente, ritenuto più sano rispetto ai tradizionali snack.

Di certo in salute sono i bilanci della Guan Chong Bhd: l’utile netto è infatti raddoppiato a 189,3 milioni di riggint (40 milioni di euro circa) nel 2018. E, spiega a Bloomberg l’amministratore delegato Tay Hoe Lian, «il 2019 si prospetta buono come l’anno scorso». Così la sua società si è aggiudicata la palma della migliore alla Borsa di Kuala Lumpur (nell’indice Consumer Product).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti