ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùStellantis

Citroen Oli, il prototipo che anticipa la family car elettrica del futuro

Elettrica, costerà poco, pesa circw 1.000 chili ed è un crossover che risponde a molte problematiche come la leggerezza, la riciclabilità e lìutilizzo efficiente dell'energia

di Corrado Canali

4' di lettura

Citroën stupisce ancora. Immagina la vettura da famiglia del futuro in cui la mobilità sarà accessibile a tutti, un'idea fissa per il brand francese di Stellantis. Il successo della citycar Ami dimostra la capacità del brand di dare impulso, sfidare lo status quo e immaginare una concept car ambiziosa: ecco cos'è la concept Citroën Oli. Se Ami ha dimostrato come fare le auto in modo diverso per rispettare l’impegno di rendere la mobilità elettrica accessibile a tutti, la creatività nell'immaginare Oli, un laboratorio su ruote che va contro l'attuale tendenza del settore a immaginare veicoli elettrici sempre più pesanti, complessi e costosi si può fare.

Un manifesto audace con molte idee intelligenti

Oli è la tabella di marcia di Citroën: un manifesto audace e , ricco di idee intelligenti basate sulla riduzione del peso e della complessità per massimizzare l’efficienza, la versatilità e l’accessibilità. È un principio guida, in cui la tendenza al di più è sostituita dall'approccio positivo dell'abbastanza che in inglese si traduce con enough, quanto è necessario. È possibile che molte idee e innovazioni presentati da Oli si ritroveranno nei futuri veicoli di Citroën da famiglia.

Loading...

L'apripista Ami per cambiare la micro-mobilità

Se con Ami Citroën ha fatto un passo avanti per cambiare la micro-mobilità, oli è un ulteriore balzo in più verso la mobilità di domani delle famiglie. Lungi dal proporsi come un palazzo su ruote, magari dal peso di 2500 kg, pieno di schermi e di gadget, Oli dimostra che con il giusto numero di funzionalità e l’uso inventivo di materiali riciclabili oltre ad un processo di produzione sostenibile, Citroën è già pronta a soddisfare l’esigenza di una mobilità che sia al tempo stesso priva di emissioni e poco costosa, ma anche per certi versi attraente e per tutti gli stili di vita.

Ieri, oggi e domani del format di vettura familiare

A metà degli anni ’70, una family car pesava circa 800 kg, era lunga 3,7 metri e larga 1,6 metri. Oggi questi veicoli pesano oltre 1.200 kg, sono lunghi almeno 4,3 metri e larghi 1,8 metri. Alcuni pesano più di 2.500 kg. I requisiti normativi e di sicurezza hanno in parte determinato questo fenomeno, ma se continuerà la tendenza a tenere parcheggiati questi veicoli per il 95% del tempo e a percorrere l’80% dei viaggi con un solo occupante, il conflitto tra la necessità di proteggere il pianeta e la promessa di una mobilità sostenibile ed elettrificata non funzionerà.

Oli è una sfida alla sostenibilità e alla sobrietà

Al centro della progettazione intelligente e versatile di Citroën Oli, c'è uno sviluppo che risponde alle sfide della sostenibilità e della sobrietà. Dimostra esplicitamente come si possano ottenere le migliori prestazioni della categoria nella valutazione del ciclo di vita, anche a partire dalla progettazione con un uso limitato e ottimale di materiali leggeri e riciclati, fino ai processi di produzione sostenibili, passando attraverso una vita in uso prolungata e una maggiore riciclabilità alla fine di un più lungo ciclo di vita che garantirà l’eco sostenibilità della concept.

Tanti dettagli all'insegna della massima praticità

Citroën Oli è ricca di dettagli ben studiati. I sedili, ad esempio, hanno una struttura semplice che utilizza l’80% di componenti in meno rispetto ai sedili tradizionali. Sono realizzati con materiali riciclati e riciclabili e l'ingegnoso design a rete dello schienale aumenta la diffusione della luce naturale all’interno del veicolo. Inoltre, possono essere facilmente personalizzati per adattarsi alle preferenze dei proprietari. Una situazione vantaggiosa per tutti: il peso del veicolo è ridotto, i veicoli sono responsabili e sostenibili e il confort degli occupanti è migliorato grazie a una migliore diffusione della luce nell'abitacolo e al confort dei sedili adatti anche per tutte le sedute.

Il peso della Citroen Oli è di circa 1.000 kg

Nonostante l'aspetto imponente, Oli non è né pesante né ingombrante: il suo peso di circa 1.000 kg la rende molto più leggero della maggior parte dei suv compatti. Pertanto, il suo propulsore completamente elettrico necessita di una batteria da 40 kWh per garantire un’autonomia fino a 400 km. Limitando, inoltre, la velocità massima a 110 kmh per massimizzare l’efficienza, è realistico per la concept dichiarare un consumo eccellente di 10 kWh/100 km. Inoltre, la ricarica da un minimo del 20% e fino all’80% richiede solo 23 minuti.

Oli dispone anche dell'utile sistema Vehicle to Grid (V2G)

Dotata del dispositivo intelligente Vehicle to Grid (V2G), Oli non solo può immagazzinare l’energia in eccesso generata dai pannelli solari di casa per distribuirla ai fornitori di energia, ma può anche contribuire a risolvere i problemi di alimentazione elettrica in caso di picchi di domanda o di guasti alla rete. Con il suo aspetto e la sua silhouette insolita, Citroën Oli esprime un carattere deciso, emana personalità, produttività e positività in un design simile a quello di un suv compatto con misure di 4,20 m di lunghezza, 1,65 m di altezza e 1,90 m di larghezza.

Il parabrezza utilizza una minore quantità di vetro

Il parabrezza è verticale perché è il modo per avere la distanza più breve tra la parte superiore e quella inferiore e quindi utilizzare la minore quantità di vetro possibile. Oltre a ridurre il peso e la complessità, il parabrezza è più piccolo, quindi meno costoso da produrre o da sostituire e riduce l’esposizione al sole degli occupanti e quindi la necessità di aria condizionata. Inoltre, si stima che la Oli contribuisca a ridurre del 17% anche il consumo della batteria che l’equipaggia.

La plancia senza monitor imponenti e infotainment

La plancia non offre dei monitor imponenti e neppure dei sistemi infotainment, ma solo uno sportellino dove inserire il proprio smartphone. La Oli è un prototipo marciante, che utilizza lo stesso motore della Citroen e-C4 la versione 100% elettrica ed è dotato di un pacco batteria di 40 kWh. Un altro obiettivo centrato è quello di offrire 400 km di autonomia per un consumo attribuito alla Oli che è in media di 10 kWh/100 chilometri. Oli è un’introgante visione futura.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti