Sicurezza e sostenibilità

Citycar, Gpl e metano le scelte razionali dell’era post Covid-19

La necessità di muoversi in città spinge i modelli bifuel

di Massimo Mambretti

default onloading pic

La necessità di muoversi in città spinge i modelli bifuel


3' di lettura

La ripartenza della mobilità dell’era Covid-19 ha messo sotto i riflettori quanto sia sentita l’esigenza di muoversi in città in maniera sicura. Quindi, l’interesse di molti automobilisti si orienta verso il rassicurante bozzolo delle citycar, fra le quali c’è un denso schieramento di proposte gasate, ultimamente messe un po’ in secondo piano dall’avanzata dell’elettrificazione.

Tuttavia, oggi i modelli bifuel Gpl e a metano restano quelli dall’indole green più convenienti, tanto per il costo anche al netto di eventuali incentivi e la riduzione della tassa di proprietà del 75% che in alcuni Regioni arriva a essere totale, quanto per il prezzo di questi “carburanti” alternativi. Infatti, un litro di Gpl attualmente costa mediamente 0,60 euro, mentre il metano è venduto a 0,98 euro al kg, quantitativo che mediamente rende ben più di 2 euro di benzina. La scelta, però, impone alcune riflessioni specie pensando al fatto che tutti le cittadine, ormai, sono sempre più adatte anche ai viaggi. Quindi, quando si valuta l’acquisto occorre considerare dove ci si muove più frequentemente.

Infatti, la densità dei punti di rifornimento del Gpl non è ancora omogenea sebbene dagli ultimi censimenti risultino 4.000 distributori, mentre quella del metano non arriva a 1.600 punti (fonte metanoauto.com) ed è a macchia di leopardo, in quanto più estesa nelle Regioni settentrionali e poco diffusa sulle autostrade. Inoltre, bisogna anche tenere conto che le auto Gpl mantengono anche il serbatoio di benzina del modello da cui derivano che aumenta l’autonomia generale, mentre non sempre quelle a metano offrono questa opportunità.

Ma vediamo il panorama di citycar “gasate” presenti nei listini delle case, che godono sia della garanzia contrattuale sia dei programmi di assistenza del brand.

Partiamo dai modelli che offrono la possibilità si scegliere fra versioni a Gpl e a Metano, tutti della galassia Fca. Ovvero, la Fiat Panda e la Lancia Ypsilon. Nella famiglia della prima sono presenti le versioni EasyPower a Gpl e NaturalPower a “gas” in vendita a prezzi che partono, rispettivamente, da circa 15.000 e da 16.000 euro; mentre in quella della seconda i listini della EcoChic Gpl e TwinAir metano partono da 16.000 e da quasi 18.000 euro.

Concludiamo la panoramica delle cittadine a metano con modelli che rientrano tutti nei ranghi del gruppo Volkswagen. Si tratta della Vw Polo e delle Seat Ibiza e Arona, tutte targate 1.0 Tgi e in vendita a prezzi che spaziano da 17.000 a 20.000 euro.

Tutte le altre citycar gasate sono bifuel a Gpl. Partiamo dalle italiche Fiat 500 EasyPower proposta a cifre che partono da 16.000 euro e Dr Zero Bifuel da 9.500 euro. Passiamo alla teutonica Ford Fiesta 1.1 Gpl, la cui famiglia è proposta a prezzi che muovono da circa 19.000 euro.

Concludiamo la carrellata di auto europee con le transalpine Renault Twingo 90, Clio e Captur 100 i cui listini oscillano da 12.000 a 18.000 euro per allacciarci alle consanguinee Dacia Sandero 1.0 Eco G (da 11.000 euro) e Nissan Micra Ig-T90 da 16.000 euro.

Quest’ultima, però, ci proietta fra altri marchi asiatici sensibili ai richiami del Gpl, come la giapponese Mitsubishi che offre la Space Star 1.0 a partire da circa 15.000 euro.

Ampie possibilità di scelta sono offerte dai brand coreani. Kia propone le versioni Eco Gpl della nuova Picanto 1.0 da circa 13.000 euro e il crossover Stonic 1.4 da 19.000 euro. Hyundai offre le EcoNext Tech della i20 e della iX20 a cifre che spaziano da 18.000 a 20.000. Infine, arriviamo a Ssangyong che declina la Tivoli 1.6 Bifuel in versioni a due e a quattro ruote motrici con un listino che oscilla da 22.000 a 28.000 euro. Tra le novità di peso attese per la fine dell’anno c’è la rinnova Suzuki Ignis con impianto Gpl in afermarket offerto e garantito dalla filiale italiana.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti