ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBrand Finance Global 500

Classifica mondiale del valore dei brand, boom di TikTok. Ferrari cala del 13%

Exploit del social network cinese. Apple resta il primo marchio al mondo. Il settore tech vale più di mille miliardi. Balzo in avanti della farmaceutica

di Francesco Prisco

Apple, spunta un accordo segreto milionario fra Tim Cook e Pechino

4' di lettura

TikTok è il marchio in più rapida crescita al mondo secondo quanto emerge dal rapporto pubblicato mercoledì 26 gennaio da Brand Finance, la principale società di consulenza per la valutazione degli asset intangibili. Con un’incredibile crescita del 215% (da 19 miliardi a 59 miliardi di dollari), il valore del marchio di TikTok è triplicato nell’ultimo anno raggiungendo da nuovo entrante il 18esimo posto tra i primi 500 marchi di maggior valore al mondo nella Brand Finance Global 500 del 2022 . Questa la principale novità del report che Brand Finance come ogni anno conduce attraverso oltre 5mila valutazioni finanziarie in tutti i settori.

Boom di social e streaming

A causa del Covid, l’intrattenimento digitale, i social media e i servizi di streaming hanno registrato una crescita continua e l’ascesa di TikTok è una testimonianza di come sta cambiando il consumo dei media. Con la sua offerta di contenuti alla portata di tutti e divertenti, la popolarità dell’app si è diffusa in tutto il mondo. Secondo Massimo Pizzo, managing director Italia di Brand Finance, «il consumo dei media è aumentato ed è cambiato irrevocabilmente durante la pandemia. Il marchio è passato da una relativa oscurità a una fama internazionale in pochi anni e non mostra segni di rallentamento». Sempre tra i media sono cresciuti molto le piattaforme streaming come Disney (valore del marchio in aumento dell’11% a 57,0 miliardi), Netflix (+18%, ossia 29,4 miliardi), YouTube (+38%, 23,9 miliardi) e Spotify (il valore del marchio è aumentato del 13% fino a 6,3 miliardi). Diversamente, i marchi dei media tradizionali sono stati tra i più colpiti dalla pandemia. Warner Bros è tra i brand in più rapida caduta nella classifica di quest’anno (valore del marchio in calo del 33% a 6,8 miliardi) e questa tendenza è ancora più evidente se si confronta quest’anno con le valutazioni pre-pandemia.

Loading...

I brand a maggiore crescita di valore secondo Brand Finance

Apple mantiene la leadership

Apple ha mantenuto il titolo di marchio di maggiore al mondo grazie un aumento del 35% a quota 355,1 miliardi, il valore del marchio più alto mai registrato nella classifica Brand Finance Global 500 Apple è la prima azienda ad aver raggiunto una valutazione di mercato di 3mila miliardi. La chiave del successo a lungo termine del colosso tecnologico dipende dalla capacità della continua messa a punto del posizionamento del brand e alla capacità di diversificare la propria offerta per soddisfare le richieste dei clienti. Anche Amazon (aumento del 38% fino a raggiungere 350,3 miliardi) e Google (+38%, a 263,4 miliardi) hanno registrato buoni livelli di crescita, mantenendo entrambi i loro posti nella classifica Brand Finance Global 500, dietro ad Apple, rispettivamente al secondo e al terzo posto.

I brand di maggior valore al mondo secondo Brand Finance

Tecnologia, settore da 1.300 miliardi

Il settore tecnologico è ancora una volta quello di maggiore valore nella classifica, con un valore complessivo di marchio vicino a 1.300 miliardi di dollari. I marchi tecnologici e tecnologici sono diventati di importanza sempre maggiore nel mondo moderno, una tendenza che è stata solo esacerbata dalla pandemia di Covid-19. Complessivamente nella classifica ci sono 50 marchi tech, tuttavia il valore complessivo è in gran parte attribuibile a Apple, Microsoft (valore del marchio 184,2 miliardi di dollari) e Samsung Group (valore del marchio 107,3 miliardi di dollari), infatti insieme rappresentano oltre il 50% del valore totale del marchio nel settore. Huawei è riuscita a riconquistare un posto tra i primi 10 marchi di maggior valore al mondo: dopo una crescita del 29% ha raggiunto i 71,2 miliardi.

L’exploit delle big pharma

Siccome siamo in tempi pandemici, occhio di riguardo lo merita la farmaceutica. Non sorprende che il settore abbia visto una crescita rapida nella Brand Finance Global 500 durante ultimi due anni. Il numero di marchi farmaceutici nella classifica è raddoppiato da quattro a otto, con un valore del marchio complessivo in aumento del 94% raggiungendo 54,0 miliardi. Tutti gli otto i marchi in classifica valgono oggi più di quanto valevano nel 2020, con i produttori di vaccini Covid-19 che hanno registrato gli aumenti maggiori. Johnson & Johnson rimane il più prezioso, con un aumento del 24% pari a un valore di 13,4 miliardi. La nuova entrata nella classifica AstraZeneca si è assicurata il titolo di azienda in più rapida crescita del settore, con un aumento del 77% pari a un valore 5,6 miliardi, seguita da Pfizer cresciuta del 58% arrivando così a un valore del marchio pari a pari a 6,3 miliardi.

In Italia crolla Ferrari (-13%)

Che dire dell’Italia? Il peso dello Stivale rimane ancora molto basso: solo l’1,1% del valore complessivo della classifica è dovuto ai nove brand italiani presenti: Gucci (+16% per un valore di 18,1 miliardi di dollari), Enel (+14%, fino a 13,5 miliardi), Eni (+19%, valore 10 miliardi), Intesa SanPaolo (+32%, fino a 9,7 miliardi), Generali (+12%, fino a 8,4 miliardi), Ferrari (-13%, valore 8 miliardi), Poste Italiane (+26%, valore 7,8 miliardi), Tim (+23%, valore 7,4 miliardi) e Conad (+27%, valore 4,7 miliardi). Tranne Ferrari, gli altri otto brand italiani in classifica hanno performato molto bene. Infatti, hanno tutti incrementato il valore sia anno su anno, scalando così la classifica. Molti brand italiani hanno comunque guadagnato valore anche rispetto ai valori pre pandemia (lo scorso anno tranne Ferrari, Enel, Intesa e Conad gli altri avevano perso valore). Secondo Massimo Pizzo, «i marchi italiani di grande valore sono pochi ma dimostrano quasi sempre una grande forza; diversamente quelli di media o piccola dimensione risultano in molti casi meno attenti al branding dei concorrenti, questo rende più difficile fare business e li costringe a focalizzarsi troppo sul prezzo».

I brand più forti al mondo, secondo la classifica Brand Finance

Brand più forti, primeggia WeChat

Oltre a calcolare il valore del marchio, Brand Finance determina anche la forza dei marchi attraverso una competitiva analysis che valuta gli investimenti di marketing, il ritorno di immagine & reputazione e le business performance. L’assessment di Brand Finance include i risultati di ricerche di mercato condotte su 100mila consumatori in oltre 35 paesi su quasi 30 settori. Secondo questi criteri, WeChat rimane il marchio più forte al mondo, mantenendo il titolo per il secondo anno consecutivo, con un punteggio BSI (Brand Strength Index) di 93,3 su 100 e un corrispondente rating AAA+.



Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti