Vertice Nazioni Unite

Clima e non solo: l’Assemblea Onu e la variabile Trump

Il presidente americano a sorpresa ha preso parte ai lavori sul clima ma dopo quindici minuti ha abbandonato la sala e lasciato la poltrona vuota per prendere parte al panel sulle religioni

dal nostro corrispondente Riccardo Barlaam


Clima: oceani sempre più caldi, aumenta lo scioglimento dei ghiacciai

4' di lettura

NEW YORK - Donald Trump alla fine a sorpresa ha partecipato alla sessione principale dedicata al clima della 74esima sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. E' rimasto quindici minuti ad ascoltare gli interventi del premier indiano Narendra Modi e della cancelliera Angela Merkel. E poi è uscito dalla sala lasciando la sedia vuota.

GUARDA IL VIDEO - Clima: oceani sempre più caldi, aumenta lo scioglimento dei ghiacciai

Trump al panel sulle religioni
Il presidente americano, che è uscito dall'Accordo sul clima di Parigi nel 2017, e che all'ultimo G-7 aveva già lasciato la poltrona vuota quando si parlava del capitolo “climate change” , ha preferito prendere parte al panel sulle libertà religiose. L'Assemblea Onu dedicata al clima sarebbe partita un po' azzoppata per il forfait della prima potenza mondiale, la cui posizione sul tema peraltro era nota. Posizione condivisa dall'emulo dei tropici di Trump, il presidente brasiliano Jair Bolsonaro: in Amazzonia le sue politiche hanno dato il via libera alle società minerarie, allo sfruttamento di legname e agli incendi dei grandi coltivatori terrieri per conquistare nuovi appezzamenti.

LEGGI ANCHE / Onu, accordo per zero emissioni entro il 2050. Trump a sorpresa in platea

Le assenze pesanti di Xi e Putin
La settimana delle Nazioni Unite, oltre al mezzo forfait di Trump, si caratterizza anche per l'assenza di alcuni importanti capi di stato. Non è presente il presidente cinese Xi Jinping. Non c'è neanche il leader russo Vladimir Putin, così come l'israeliano Benjamin Netanyahu. Anche il contestato leader del Venezuela Nicolás Maduro, dichiarato illeggittimo da una 50ina di governi, ha preferito restare a casa.

LEGGI ANCHE / Greta Thunberg: «I miei superpoteri per cambiare le sorti del mondo»

Gli altri temi in agenda
Le azioni contro i cambiamenti climatici, ma non solo. Gli altri temi al centro dei lavori dell'Assemblea Onu sono la trade war, l'immigrazione, le azioni contro la povertà, l'energia, l'alimentazione, e la partecipazione delle aziende ai vari programmi per lo sviluppo. Denominatore comune è la domanda che si fanno i delegati dei 193 paesi Onu: ma che posizione hanno gli Stati Uniti su questo o quell'argomento. Con Trump, che più volte ha criticato il multilateralismo e il ruolo delle Nazioni Unite, è difficile da prevedere. Anche le considerazioni più ovvie non sono scontate con Trump, perché da un momento all'altro le posizioni americane possono cambiare. A colpi di tweet. Mosse da ragioni elettorali, più che da strategie politiche di lungo periodo, per lo più.

GUARDA IL VIDEO / Greta debutta all'Onu, noi giovani saremo inarrestabili

Trade war, niente accordo fino al 2020
Così, ad esempio, nelle ultime ore Trump si è rimangiato tutto il percorso fatto con la Cina per riallacciare i negoziati della guerra commerciale che tiene in scacco i mercati e i governi da oltre un anno. Il presidente ha detto che non prevede si arriverà a una pace con la Cina prima delle prossime elezioni. Tradotto: la trade war continuerà. I negoziati ad alto livello tra le due delegazioni sino americane che ripartiranno il prossimo 7 ottobre, alla luce di queste dichiarazioni, sembrano destinati al fallimento o a un niente di fatto. La delegazione di tecnici cinesi esperti di agricoltura che in queste ore avrebbe dovuto visitare i farmer del Montana e del Nebraska per parlare di alleanze, cooperazione e di acquisti agricoli, dopo le parole di Trump ha cancellato la missione.

Mercati nervosi, risale indice Vix
I mercati finanziari hanno risentito di questo ennesimo elemento di incertezza e hanno reagito con nervosismo e con un'ondata di vendite. L'indice Vix che misura “la paura” dei mercati finanziari, in poche ore è risalito oltre l'1%. Il lavoro diplomatico sulla trade war continua: in queste ore il segretario al Tesoro Steven Mnuchin incontra la controparte cinese per cercare di delineare delle strade da percorrere, che al momento appaiono tutte in salita.

La santa alleanza con Modi
Trump ha sorpreso poi molti, prima di arrivare qui a New York, in un evento elettorale in Texas insieme al primo ministro indiano Narendra Modi, davanti alla comunità indiano-americana. Una strana alleanza in chiave anti cinese. Modi ha detto che “non ha mai avuto un amico migliore di Trump”. E il presidente americano ha incassato il consenso elettorale degli indiano-americani, parlando di alleanze e di relazioni economiche da rafforzare tra i due paesi.

La variabile Trump
La variabile Trump insomma, in un modo o nell'altro, condiziona il successo di questa Assemblea dell'Onu dedicata coraggiosamente dal segretario generale Antonio Guterrez all'emergenza climatica. Un altro punto centrale di questi giorni sarà l'Iran che presenterà un piano di pace e di cooperazione assieme a otto paesi per stabilizzare la delicata situazione nel Golfo Persico, tra Arabia Saudita, Yemen, sanzioni americane, attentati alle raffinerie e scambi di greggio.

GUARDA IL VIDEO / Rohani: presenteremo all'Onu piano di pace regionale

Iran piano di pace con otto paesi
In una colazione ristretta con i giornalisti prima dei lavori dell'Onu il ministro degli Esteri Javad Zarif ha ribadito le posizioni iraniane: non ci fidiamo di negoziare con l'America di Trump e con il suo continuo ondeggiamento. Il presidente Rohuani parlerà mercoledì e illustrerà la proposta iraniana. L'incontro Trump-Rohuani finora, a meno di cambiamenti dell'ultimo minuto, non è previsto, né dall'una né dall'altra parte. Trump, in ultimo, in questi giorni a dovrebbe incontrare in un bilaterale il presidente Tayyip Erdogan, dopo lo strappo alla Nato della Turchia che ha acquistato i sistemi missilistici russi S-400 invece dei Patriots americani.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...