BUILD 2019

Cloud e strumenti di sviluppo intelligenti, la “nuova” Microsoft guarda ai “creators”

di Gianni Rusconi

3' di lettura

L'intelligenza artificiale come strumento a valore aggiunto per migliorare le applicazioni di collaboration, il cloud ibrido come strada maestra per operare nella nuvola. Dalla Build edizione 2019, la conferenza annuale che Microsoft dedica alla propria comunità di sviluppatori, arriva se vogliamo un messaggio noto e al contempo inequivocabile sulla strategia che persegue il colosso di Redmond da quando sulla poltrona di Ceo siede Satya Nadella. Il focus sono tecnologie volte alla creazione di soluzioni per la produttività (su app e online) e ispirate al dogma dell'open source, che ruotano intorno alla suite Microsoft 365, alla piattaforma Microsoft Azure e al sistema operativo Windows. Sintomatica, per capire le radici del “nuovo corso” dell'azienda, le parole dettate alla platea dal numero uno della compagnia, che ha sottolineato come, in relazione alla crescente integrazione della tecnologia in ogni aspetto della nostra vita, “saranno le scelte degli sviluppatori a plasmare il mondo che ci circonda”. Per farlo Microsoft mette sul piatto soluzioni definite da Nadella “affidabili a ogni livello del moderno stack tecnologico” che, oltre ad Azure e 365, rispondono ai nomi di Dynamics 365, Power Platform e Gaming.

Microsoft 365 più ricco grazie al framework della “tela fluida”
Per la suite di produttività destinata ad aziende di tutte le dimensioni e ai professionisti la novità più importante riguarda Graph, un componente fondamentale di 365 in quanto deputato a mappare in sicurezza le comunicazioni tra persone, informazioni e attività nell'ambito di un'organizzazione. Con Graph data connect, ora disponibile pubblicamente per le terze parti come funzione di Workplace Analytics o come Sku standalone, sviluppatori e software vendor avranno nuove opportunità di utilizzo di questo servizio per raggruppare (tramite Azure Data Factory) i dati di produttività e quelli commerciali su larga scala, promettendo maggiore equilibrio tra le richieste di una nuova classe di applicazioni guidate da insight e l'esigenza degli amministratori It di gestire e spostare volumi significativi di Big Data aziendali.
Fluid Framework, invece, è una nuova piattaforma web-based di creazione interattiva e condivisa che sarà disponibile per gli sviluppatori nel corso di quest'anno tramite un kit di sviluppo software: nelle intenzioni di Microsoft eliminerà le barriere che caratterizzano i documenti di tipo tradizionale, inaugurando l'era che la società di Redmond battezza come quella della “tela fluida”.

Loading...

AI sempre più centrica e per tutti
Nel delineare la propria visione sul futuro degli agenti intelligenti, i manager di Microsoft hanno enfatizzato soprattutto un aspetto, e più precisamente un nuovo approccio focalizzato sulla creazione di potenti interfacce conversazionali basate su dati e machine learning, e non più (come nel recente passato) su regole, intenzioni e codici. L'intento è quello di mettere ogni organizzazione nella condizione di possedere un proprio “smart agent”, favorendo un'esperienza di dialogo del tutto naturale e spaziando tra molteplici domini, oltre che funzionare con più agenti. A questo progetto lavora un team dedicato (Semantic Machines), cui è affidato il compito di integrare questa tecnologia nei vari tool conversazionali di Microsoft, assistente virtuale Cortana naturalmente incluso, di renderla disponibile agli sviluppatori in Microsoft Bot Framework e Azure Bot Service.
Il quantum computing nel motore di sviluppo delle app
Una frontiera nuova ed entusiasmante per gli sviluppatori: così Microsoft ha eletto il quantum computing a risorsa strategica per le attività di scrittura e distribuzione delle applicazioni. Con Q#, più nello specifico, l'azienda punta su un sistema progettato specificamente per la programmazione quantistica e in occasione della Build ha rilasciato in modalità open source compilatori e simulatori per renderlo facilmente accessibile a tutta la sua sterminata comunità di developer, partner e startup.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti