turismo

Club Med rilancia sull’Italia: in arrivo cinque nuovi resort

di Vincenzo Chierchia

2' di lettura

«L’Italia sarà sempre più una destinazione strategica per Club Med, la riapertura del resort di Cefalù, in Sicilia, all’insegna del lusso Cinque tridenti, è un segnale chiaro. Cefalù sarà il primo flagship resort Club Med, nel Mediterraneo icona lifestyle del gruppo». Henri Giscard d’Estaing, presidente di Club Med, non nasconde la soddisfazione per aver realizzato una operazione che è rimasta bloccata per diversi anni. «Ho sempre creduto nelle potenzialità della Sicilia dove siamo già presenti - aggiunge -. La stagione è lunga, strettissino il rapporto con cultura, arte ,storia, lifestyle, enogastronomia di alta qualità.

L’Italia è un Paese straordinario con potenzialità eccezionali. Peccato che gli investimenti siano frenati da un sistema complicato di regole e dalla burocrazia. Ma ce l’abbiamo fatta e per la prossima estate Cefalù riparte».

Loading...

E intanto sono ripartiti anche i progetti di Club Med in Italia, in prospettiva almeno cinque nuovi resort, compreso Cefalù. «Ci interessa molto la montagna» commenta Giscard’Estaing. In Italia Club Med è presente a Pragelato e Cervinia. «Stiamo finalizzando con la Regione Piemonte il nuovo investimento di Sansicario». Allo studio anche un nuovo resort di montagna a Nord-Est, probabilmente in area Dolomiti.

Venezia è a un tiro di schioppo, e nella città lagunare, al Lido, Club Med è presente, in partnership con l’italiana Th resorts, nel progetto di riconversione e rilancio del vecchio ospedale come polo turistico di lusso, con Cassa depositi e prestiti come operatore immobiliare.

A Club Med piace il mare italiano. Accanto alla Sicilia i riflettori del gruppo sono oggi accesi sulla Sardegna. L’area sulla quale si sta concentrando l’interesse è quella a nord di Villasimius , nella parte sud-orientale dell’isola.

Pertanto Club Med, che oggi ha come azionista di riferimento il gruppo cinese Fosun nell’arco di due o tre anni si prepara a gestire altri resort nel nostro Paese, tornando così a giocare un ruolo da protagonista, come quando a partire dagli Anni 50 Club Med - nel 1951 venne inaugurato il villaggio di Baratti, in Toscana - è stato apripista della modernizzazione dell’offerta turistica italiana.

Entro il 2019 Club Med aprirà 15 nuovi resort nel mondo e rinnoverà o amplierà nove degli esistenti, tra Cina, Giappone, Brasile, Repubblica Dominicana, Spagna, Sri Lanka, Indonesia, Senegal. L’inverno 2016-17 si è chiuso con una crescita del 6,5% nel volume d'affari; prenotazioni 2018 in crescita a due cifre. Il giro d’affari 2016 è stato di 1,5 miliardi , Ebitda di 109 milioni, utili ante imposte per 30 milioni. I clienti dei circa 70 resort sono stati pari a 1,3 milioni.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti