Bilanci

Cnh industrial chiude il trimestre a +60% con utile netto a 699 milioni di dollari

Il Gruppo è reduce dall’acquisizione dell’americana Raven Industries (agricoltura di precisione) e guarda al futuro spin off di Iveco e delle attività On-Highway

di Filomena Greco

(IMAGOECONOMICA)

2' di lettura

Reduce dalla operazione da 2,1 miliardi per l’acquisizione dell’americana Raven Industries, Cnh Industrial chiude un secondo trimestre dell’anno con ricavi consolidati in crescita del 60% sul 2020, a quota 8,9 miliardi di dollari, utile netto a 699 milioni di dollari e un miliardo di dollari di free cash flow delle Attività Industriali. «Il nostro settore è chiaramente in una fase ciclica di ripresa e la robusta performance alla base dei nostri business e delle nostre attività ci consente di incamerare gran parte dei vantaggi», ha sottolineato il ceo Scott Wine, che ha evidenziato la crescita del portafoglio ordini di Agriculture, Construction e Commercial and Specialty Vehicles.

L’Ebit adjusted delle Attività Industriali è risultati pari a 699 milioni di dollari contro una perdita di 58 milioni nel secondo trimestre 2020, con tutti i segmenti in crescita anno su anno. Il margine Ebit adjusted di Agriculture è al 14,7%, nel comparto Commercial and Specialty Vehicles è risultato pari a 100 milioni di dollari, 74 milioni di dollari per Powertrain e 24 milioni di dollari per Construction.

Loading...

Sarà pienamente operativa nel 2022 la newco guidata da Gerrit Marx che avrà il compito di concretizzare l’operazione di spin-off del business On-Highway del Gruppo. La strategia per valorizzare il business dei motori (Fpt) e dei commerciali (Iveco) del Gruppo era stata annunciata con il piano industriale di quasi due anni fa ha subito qualche rallentamento per colpa della pandemia da Covid-19. Poi, messa da parte l’ipotesi dell’acquisizione da parte dei cinesi di Faw, ora il dossier è pronto.

«Abbiamo avviato la prima fase di ridisegno della nostra organizzazione - ha spiegato Wine –, volta tanto all'eliminazione degli ostacoli burocratici alla centralità del cliente quanto al posizionamento di ogni business in preparazione alla separazione. Sia la società che nascerà dallo spin-off sia la società rimanente restano pienamente focalizzate sul sostenere i nostri clienti durante queste attività».

Il nuovo business On-Highway di Cnh includerà i brand Iveco –veicoli commerciali –, Iveco Astra e Bus, Heuliez Bus, Magirus (veicoli antincendio), Iveco Defence Vehicles e Ftp Industrial, la società che si occupa dello sviluppo delle motorizzazioni. La nomina del ceo a giugno scorso ha rappresentato un passaggio chiave, in parallelo con il lavoro su organizzazione e struttura.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti