Alimentare

Coca Cola in Italia, 870 milioni di euro e 22mila lavoratori

La multinazionale americana si fa calcolare dalla Sda Bocconi il proprio impatto sull’economia nazionale: vale lo 0, 05% del Pil

1' di lettura

In Italia Coca Cola resta la prima nel settore delle bibite, genera 870 milioni di euro (pari allo 0,05% del Pil) di risorse e occupa oltre 22mila persone tra posti di lavoro diretti e l’indotto. La multinazionale americana ha chiesto alla Sda Bocconi School of Management di calcolare l’impatto socio-economico delle sue tre società in Italia: Coca Cola Italia, Coca-Cola Hbc Italia e Sibeg.
L’annp scorso la pandemia da Covid-19 ha avuto un forte impatto economico su ogni anello della filiera legata al settore, con una contrazione delle risorse di Coca-Cola destinate alle imprese di 122,4 milioni di euro e di quelle dedicate allo Stato di 37,5 milioni, nonché a una perdita di 6.100 lavoratori indiretti, esterni e temporanei. Nonostante questo, Coca-Cola ha distribuito 2,8 milioni di euro di risorse aggiuntive alle famiglie ed è restata accanto a bar e ristoranti in Italia reinvestendo oltre 2,5 milioni di euro nel canale Horeca, attraverso politiche commerciali, fiscali e attività di comunicazione dedicate.
Gli investimenti a favore delle comunità locali anche nell'emergenza
Nonostante le difficoltà legate all'emergenza, Coca-Cola conferma anche il suo impegno nel creare un ambiente inclusivo: rispetto alla media delle imprese attive in Italia, conta un più alto numero di donne dirigenti (44% a fronte del 17%) e quadri (36% contro 29%).

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti